LONDRA, 31 LUGLIO – Fioretto amaro per il dream team italiano. Andrea Baldini è stato sconfitto all’overtime dal coreano Choi nella finale per la medaglia di bronzo.

LA FINALE: Baldini-Choi 14-15

Apre le danze il coreano con una stoccata in allungo. Dopo una serie di bersagli non validi, Baldini piazza il primo colpo vincente. Primo assalto piuttosto tecnico tra due atleti dalle medesime caratteristiche tecniche. Cartellino rosso sfiorato da Choi, colpevole in stretta misura di coprire il bersaglio con il braccio non armato. Problemi con il giubbotto elettronico di Choi: gara sospesa e risultato falsato. La gara riprende con Choi che prende il largo:  punteggio 8-5.

Nel secondo assalto Choi sale sul punteggio di 13-10, Baldini lotta con tutte le sue forze per ridurre il gap e si porta a due stoccate di distanza. Partenza a razzo di Choi che si porta ad una stoccata alla medaglia di bronzo. Baldini recupera portando il cinese all’overtime. Dopo una breve fase di studio il coreano Choi piazza la stoccata che vale la medaglia di bronzo. Delusione per il fiorettista toscano,

SEMIFINALE – Amara sconfitta per Andrea Baldini nella semifinale del fioretto individuale. Il livornese è stato sconfitto per 15 a 11 dal fortissimo cinese Lei. Assalto controverso con alcune chiamate dubbie del giudice che hanno indirizzato la semifinale lungo un sentiero favorevole al cinese.

QUARTI DI FINALE

Baldini vola in semifinale, delusione per Aspromonte e Cassarà.

Andrea Baldini asfalta il campione europeo Cheremisinov per 15 stoccate a 5, e vola in semifinale. Grande prestazione del fiorettista livornese, apparsa in giornata di grazia.

Abouel-Cassem sconfigge a sorpresa il favoritissimo Andrea Cassarà. 15 stoccate a dieci per l’egiziano in un assalto che rasenta la perfezione. Il numero uno del mondo è apparso sulle gambe dopo la lotta estrema con il giapponese Ota negli ottavi.

Valerio Aspromonte eliminato ai quarti di finale dal cinese Lei, che domina l’assalto per 15 a 8. Niente da fare per il fiorettista romano dominato dalla classe del fiorettista orientale.

OTTAVI DI FINALEValerio Aspromonte è il primo italiano ad accedere ai quarti di finale: vittoria per 15 stoccate a 11 contro il tedesco Bachmann. Il livornese Andrea Baldini si impone sullo statunitense Imboden per 15-9 al termine di una sfida spettacolare. Duello all’ultimo colpo tra Andrea Cassarà e il giapponese Ota, con il campione del mondo che vola ai quarti di finale grazie ad una stoccata all’overtime.

PRIMO TURNO – Aspromonte, Baldini e Cassarà accedono senza affani agli ottavi di finale.

Il primo azzurro a scendere in pedana è stato un emozionatissimo Valerio Aspromonte che supera 15-11 il romeno Radu Daraban, dominando nel terzo assalto. Successo in surplace del livornese Andrea Baldini che supera nettamente 15-6 il giapponese Ryo Miyake, medaglia di bronzo ai giochi asiatici. Il campione mondiale Andrea Cassarà liquida con un perentorio 15-7 il tunisino Mohamed Samandi.

NUOTO

Federica Pellegrini fuori dal podio nei 200 sl

Nei primo 100 partenza a razzo della Schmitt, Pellegrini distaccata di un secondo e mezzo. Nella seconda vasca l’americana prenda il largo vincendo per distacco sulle avversarie. Deludente quinto posto per la veronese che cede di schianto nell’ultima vasca.

L’ATTESA

Cresce l’attesa per la finale dei 200 sl. Una rediviva Federica Pellegrini, dopo il deludente quinto posto nei 400 sl, proverà a bissare l’oro vinto a Pechino 2008. Tre le avversarie della nuotatrice veronese: l’australiana Barratt, miglior tempo in semifinale (1’56″08), la statunitense Schmitt e la francese Muffat.

Giornata nera per le frecce azzurre del nuoto. Filippo Magnini (49″18) e Luca Dotto (49″37), eliminati nelle batterie dei 100 sl, rispettivamente col 18° e 22° tempo. Per il passaggio alla semifinale bisognava scendere sotto i 48″9, tempo ampiamente alla portata degli azzurri.
Eliminazione anche per la 4×200 sl: Belotti, Di Giorgio, Maglia e Maestri chiudono con un deludente undicesimo tempo (7’12″69).

Dichiarazioni al veleno di Pippo Magnini che attacca lo staff tecnico dell’ItalNuoto: “Non sto bene – afferma in mix zone Magnini -, mi sento pesante, sicuramente non ho raggiunto lo stato di forma. Il settore della velocità ha sbagliato completamente la preparazione olimpica. Da gennaio tutti è andato tutto male, serve una resa di conti“.

TIRO AL VOLO

Lodde quinto nello skeet.
[smartads]

L’azzurro Luigi Lodde chiude al quinto posto nella finale dello skeet con 143/150. L’oro è andato al fenomeno Usa Hankcock (148/150 record olimpico), argento al danese Goldin, Al-Attiya medaglia di bronzo. Peccato per i due piattelli sbagliati alla quarta pedana. Sul risultato del tiratore sardo pesano anche i due errori indotti dal vento nella fase preliminare.

Lodde, all’esordio olimpico, era entrato in finale con 120 colpi su 150. Fuori, invece, il capitano Ennio Falco, oro ad Atlanta ’96 ed alla sua quinta partecipazione olimpica, che chiude la semifinale all’11° posto. In testa il favoritissimo britannico Hancock con 123 colpi: Lodde partirà nella finale dal quinto posto parziale.

L’Italia dello skeet chiude con due quinti posti, risultato deludente per una spedizione olimpica che puntava al bottino completo di medaglie.

GINNASTICA ARTISTICA

Azzurre alla caccia del podio: sognare è lecito

E’ il giorno della fuoriclasse Vanessa Ferrari e delle sue 4 compagne di squadra (Campana, Preziosa, Ferlito e Fasana) impegnate nella finale del concorso a squadre di ginnastica artistica che potrebbe regalare all’Italia una medaglia pesante.

LE ALTRE NOTIZIE

TIRO CON L’ARCO

Michele Frangilli, l’eroe azzurro del concorso a squadre, è stato clamorosamente eliminato al primo turno dall’ucraino Hrackov con il punteggio di 7 a 3. L’arciere azzurro, infastidito dal vento variabile, è apparso piuttosto scarico mentalmente dopo la conquista dell’oro a squadre. Ieri eliminazione anche per Marco Galiazzo, sconfitto dal sudafricano Hultzer. Resta in gara solo il giovane Nespoli.

Nel concorso femminile Pia Lionetti ai quarti di finale.

PALLOVOLO: Italia-Argentina 3-1.

L’Italia di Berruto torna in corsa per la qualificazione sconfiggendo l’Argentina per tre set a 1. Ottime la prova di Parodi e Travica in cabina di regia. Polonia sconfitta a sorpresa per 3 a 1 dalla Bulgaria

PALLANUOTO: Italia-Grecia 7-7

Il Settebello fa 7-7 con la Grecia

CANOTTAGGIO: Il doppio Sartori-Battista vola a sorpresa in finale piazzandosi terzo nella batteria di semifinale. Eliminazione per il quattro senza pesi leggeri.

TENNIS – Nel doppio maschile gli azzurri Bracciali-Seppi cedono a Berdych/Stepanek in tre set combattuti:6-4 6-7 4-6 i parziali.

BOXE – Il peso mosca sardo Manuel Cappai esce di scena nel primo turno, battuto 17-7 dal campione filippino Mark Barriga.

JUDO – Eliminati al primo turno Ciano e Gwend

Nei sedicesimi (categoria 81 kg) il judoka Antonio Ciano cede al campione olimpico tedesco Bishof.
Fuori anche l’esordiente Edwige Gwend (cat. 63 kg), battuta per ippon dalla cinese Lili Xu

BADMINTON  Agnese Allegrini sconfitta all’esordio nel gruppo B del singolare dalla malese Jing Yi Tee: 7-21 14-21 i due parziali.