FERRARA, 24 LUGLIO – Le popolazioni colpite dal sisma non sembrano poter dormire sonni tranquilli, se a ormai due mesi di distanza dal terremoto che ha colpito l’Emilia si sono verificate tra la notte e il primo mattino due nuove scosse.

La prima, registrata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) alle ore 1.26, è stata di magnitudo 2.6 della scala Richter e ha avuto origine a 3,9 km di profondità, con epicentro in provincia di Ferrara, tra i comuni di Bondeno, Mirabello, Sant’Agostino e Vigarano Mainarda.

[smartads]La seconda, delle 7.01 di questa mattina, è stata di intensità poco minore, magnitudo 2.5, e si è originata a 4,5 km di profondità, con epicentro tra Bondeno, Sant’Agostino e Finale Emilia (Modena).

In totale nelle ultime 36 ore sono state registrate 7 nuove scosse, fortunatamente lievi (la più intensa quella delle 1.26) e che non hanno causato danni a persone o cose.

Beatrice Amorosi