ROMA, 12 GIUGNOBeppe Grillo non ci sta, il Financial Times l’ha detta troppo grossa per rispondere col sarcasmo tipico con cui il comico spesso ribatte ai suoi detrattori. «Sono stato paragonato a Benito Mussolini, un dittatore. Per me, questo è un oltraggio. L’articolo è un attacco deliberato a un movimento democratico che rappresento».

Beppe Severgnini, in un editoriale sul Financial Times, prestigioso quotidiano economico inglese, ha scritto la scorsa settimana un articolo sul Movimento 5 Stelle e la descrizione che il giornalista italiano ne ha fatto non è assolutamente piaciuta al comico genovese.

Grillo ha accusato il Financial Times di aver presentato il Movimento «come un fenomeno da baraccone». Ma ciò che ha fatto perdere le staffe al comico è stato il paragone con il Duce: «l’attitudine da showman, l’empatia, la comunicazione unidirezionale e lo stretto controllo del proprio partito» ha scritto Severgnini su Grillo «ricordano lo showman più scuro, la figura più pericolosa: Benito Mussolini», confrontando il successo del Movimento 5 Stelle al fascino che l’uomo forte del fascismo ha esercitato sugli italiani.

Il leader del M5S ha deciso di rispondere al quotidiano londinese attraverso una lettera che rappresenta sia un’accusa contro la partitocrazia italiana che una difesa dell’anima democratica del Movimento.

[smartads]

L’articolo, secondo Grillo, «è un attacco deliberato a un movimento democratico che rappresento. Il M5S non ha soluzioni semplicistiche a problemi complessi, come scrive Severgnini, ma un programma completo discusso in Rete per mesi e pubblicato on line sul sito www.beppegrillo. Non è Populismo 2.0, ma tutto l’opposto». Nella lettera il genovese non ha mancato di sottolineare come il M5S abbia rifiutato ogni finanziamento pubblico e si ponga in contrasto con tutti gli altri partiti.

«Il M5S ha come obiettivo lo sviluppo di una vera democrazia e consentire ai cittadini di essere coinvolti in ogni decisione. Lo spirito può essere riassunto in due parole: trasparenza e partecipazione».

Giovanni Gaeta