MODENA, 29 MAGGIO – Finale Emilia è uno dei centri del modenese maggiormente colpito dal terremoto odierno. Nell’arco di cinque ore i sismografi dell’Ingv hanno registrato una serie interminabile di  forti scosse di terremoto, molte di magnitudo superiore a 4° della scala Richter, scatenando caos e panico tra la gente.

Dopo il boato delle 9.03, alle 12.56 è stato registrata un’altra forte scossa di magnitudo 5.3. Alle 13.01 altro importante fenomeno di magnitudo 5.1. Terza scossa consecutiva alle 13.07, di magnitudo 4.0.con epicentro Mirandola, profondità 15 km.

La terra ha continuato a ribellarsi e scuotendo il suo ventre altre cinque volte in poco piu’ di venti minuti. Alle 13.10 si e’ registrata una scossa medio-forte di 3.8 nel bolognese, epicentro Castello d’Argile; alle 13.19 altra scossa di magnitudo 3.0 a Mirandola, e ancora alle 13.35 scossa di 2.7 a Finale Emilia, alle 13.27 sempre a Mirandola scossa di 2.9 e infine alle 13.37 un’ultima scossa di 2.7 epicentro San Possidonio, sempre nel modenese.

FINALE: “QUI E’ UN DISASTRO” – “Qui è un disastro. Ci sono stati nuovi crolli. Questo è un altro terremoto, non una scossa di assestamento“. Questo il commento del sindaco di Finale Emilia, Ferioli, che ai microfoni di RaiNews24 ha aggiunto: “I transennamenti che avevamo fatto dei punti critici hanno funzionato a Finale, ma dobbiamo controllare le frazioni, dobbiamo iniziare tutto da capo“. “Al momento non ci sono persone coinvolte“, ha poi concluso.

Fonti della Protezione Civile confermano altri cedimenti nella Rocca Estense di Finale Emilia. La Rocca, monumento simbolo della cittadina modenese, pesantamente danneggiata dal terremoto del 20 maggio, è stata sbriciolata dalla sciame sismico odierna

L’INTERVISTA – “La situazione è particolarmente drammatica, è peggiorata: c’è molto allarme e ci sono 15 vittime e numerosi dispersi”. Lo ha detto a SkyTg24 il comandante dei carabinieri del Provinciale di Modena, Salvatore Iannizzotto. “La cosa più grave è che la popolazione che si stava tranquillizzando ora invece è tornata tutta fuori. C’è grande paura e incertezza. Stiamo svolgento controlli per sincerarci che non ci siano persone sotto le macerie in case isolate. La sensazione è che questa scossa sia stata più forte e più grave dell’altra volta”, ha concluso.

YouTube Preview Image

M.Riverso