BOLOGNA, 29 MAGGIO – Una nuova violentissima scossa di terremoto ha colpito intorno alle 13 del mattino l’Emilia Romagna, con epicentro in provincia di Modena. Sono almeno quindici le vittime accertate finora e tanti i crolli di edifici già danneggiati dal sisma del 20 maggio. I comuni prossimi all’epicentro sono Medolla, Mirandola e Cavezzo.

Nuovi crolli si sono registrati a Mirandola (coinvolti il duomo e la chiesa di San Francesco), Finale Emilia e San Felice sul Panaro. All’origine della nuova scossa potrebbe essere la rottura di una nuova faglia. La Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia ha reso noto che la forte scossa è stata avvertita in tutto il Nord Italia, in alcune regioni centrali e persino in Austria.

Ad Aosta alcuni piani del palazzo regionale sono stati evacuati a scopo precauzionale e nella zona di Pordenone studenti e professori hanno abbandonato le lezioni e sono scesi in strada spaventati. Gente in strada anche a Bologna, Milano, Reggio Emilia, Parma.
Ritardi e cancellazioni nella circolazione dei treni.

La scossa è stata avvertita anche a Milano. Dalle prime notizie si apprende che la scossa di qualche minuto fa è superiore ai 5,3 gradi della scala Richter e la profondità è intorno ai 10 km.

LO SPECIALE DI BOLOGNATG24.IT

+ Terremoto Emilia Romagna: Cavezzo non esiste più. Video Reportage
+ Terremoto Emilia Romagna: Cavezzo sventrata dal sisma. A Cento il Teatro Comunale rischia di crollare
+ Terremoto Emilia Romagna: l’inferno di Medolla tra morti, dispersi e macerie. Video Reportage
+ Terremoto a Mirandola: 4 vittime, il Duomo di San Francesco distrutto. Il video reportage
+ Terremoto a San Felice sul Panaro: tre le vittime accertate
+ Terremoto Emilia Romagna: Finale Emilia, qui è un disastro. Video Reportage
+ Terremoto Emilia Romagna, una faglia diversa dal 20 maggio scatena l’inferno
+ Terremoto in Emilia Romagna: ore 9.03, una scossa di 5.8° Richter scuote Bologna. “E’ stato terribile”

Seguono aggiornamenti