Vigor Bovolenta, domani i funerali a Taglio del PoMACERATA, 28 MARZO – Non ci sono ancora risposte chiare per la morte dell’ex pallavolista azzurro Vigor Bovolenta. Il 37enne si era sentito male sabato scorso sul campo di Fontescodella mentre disputava una gara di campionato di B2 con la Volley Forlì contro la Lube.

Morte per cause naturali” questo quanto scritto nel referto dell’autopsia disposta dal pm Claudio Rastrelli. Perché i periti spieghino il motivo che ha portato il cuore dell’atleta a smettere di battere bisognerà aspettare 90 giorni.

All’autopsia eseguita dal Prof. Mariano Cingolani, medico legale con cattedra all’Università di Macerata, e dal tossicologo Rino Froldi, erano presenti il medico Alessandro Mattioli e l’avvocato Alessia Diorio nominati dalla famiglia dell’atleta.

[smartads]I DUBBI – Infarto? Aneurisma? Il prof. Cingolani non si espone  “non possiamo dirlo dobbiamo completare gli accertamenti”.   Collasso? “ si può dire un collasso, ma questo significa tutto e niente.”  Così ha tagliato corto il medico.

Silenzio sulle possibili cause da parte di tutti, l’avvocato Alessia Diorio afferma “bisognerà aspettare il deposito degli atti”.

I periti cercheranno di capire se esiste un collegamento tra l’arresto cardiaco che sabato sera ha ucciso Bovolenta e l’aritmia che 12 anni fa lo costrinse a restare lontano dal campo per tre mesi e mezzo.

La salma verrà restituita ai familiari per il funerale, che si terrà mercoledì alle ore 16.00 a Taglio del Po.

Lula Cicco
Redazione Stage