MILANO, 26 MARZO – La promessa di Massimo Moratti ad Andrea Stramaccioni è stata rispettata. Il tecnico della Primavera trionfatrice nella prima edizione della Next Generation Series, una sorta di Champions League, da domani sarà al lavoro con la squadra al centro sportivo “Angelo Moratti”.

Si chiude con l’amara sconfitta contro la Juventus l’era Ranieri. Il tecnico romano non è riuscito nell’intento di risollevare le sorti di una squadra vecchia e appagata dai trionfi dell’era post Calciopoli.

Le sette vittorie consecutive in campionato ottenute grazie all’intervento dell’aggiustatore di Testaccio hanno consentito all’Inter di scacciare i fantasmi della lotta per la salvezza. La vittoria nel derby ha rappresentato l’acme della gestione, ma è stato solo un fuoco di paglia. La sconfitta di Coppa Italia contro il Napoli ha decretato la fine di un’illusione durata solo un mese. L’eliminazione in Champions League contro l’OM, la disfatta di Roma e la debacle di domenica sera allo Juventus Stadium hanno segnato il destino di Claudio Ranieri.

Adesso, il traghettatore Stramaccioni avrà il compito di valorizzare i giovani presenti nella rosa nerazzurra, mentre i senatori saranno messi alla prova nelle ultime nove giornate di campionato per capire quale sarà il loro futuro ad Appiano Gentile.

Redazione