LONDRA, 18 MARZOE’ il 42’ del primo tempo al “White hart Lane” nel match di Federation Cup tra gli ‘Spurs’ ed il Bolton , quando il centrocampista inglese  dei ‘trotters’ si accascia a terra da solo. Appaiono subito gravi le sue condizioni e il giocatore viene rianimato i campo con il defibrillatore per 10 lunghissimi minuti che hanno tenuto tutto lo stadio con il fiato sospeso.  Sequenze istantanee che  hanno riportato alla mente drammi simili, come quelli di Antonio Puerta e Vivian Foè, che si sono consumati in modo diverso.

Il calciatore è stato subito trasportato in ospedale al centro cardiologico in terapia intensiva del “London Chest Hospital” , dove da primi accertamenti pare si sia trattato di arresto cardiaco. Il primo bollettino medico parla di condizioni critiche ma stabili, “per il momento non verranno rilasciate ulteriori comunicazioni – riferisce il club londinese – chiediamo rispetto per il giocatore ed i suoi familiari“.

[smartads]”Le prossime 24 ore saranno cruciali – dichiara il manager del Bolton Owen Coyle bisognerà attendere, la situazione è molto seria, non se ne può scappare, speriamo se la cavi. Ovviamente siamo inondati di messaggi di solidarietà e speriamo che ognuno preghi fortemente affinchè Fabrice recuperi“.

LA DEDICA DI PIRLO, tra i tanti attestati di solidarietà, ieri sera anche Andrea Pirlo dopo il Match vinto dalla Juventus contro la Fiorentina ha voluto testimoniare la propria vicinanza al calciatore Inglese : “ A Fabrice, un collega che purtroppo è stato male.”

Ivan Avolio