NOVARA, 15 MARZO – Sono pesanti le accuse mosse a Diego Trigili, insegnante di scuola superiore, arrestato dalla Guardia di Finanza a Novara. L’insegnante di Storia avrebbe approfittato di una studentessa di sedici anni alla quale dava lezioni private.

Il fatto è successo a Novara e, grazie alle indagini ed alle intercettazioni telefoniche della Guardia di Finanza, si è scoperto che l’insegnate, anche istruttore di difesa personale in una palestra della città piemontese, aveva intrapreso una relazione con una studentessa di sedici anni che si recava a casa sua per delle lezioni private, una relazione al di là di un semplice rapporto docente allievo.

[smartads]

Sesso con una minorenne è l’accusa principale mossa dalle autorità competenti,  sesso ottenuto anche grazie a pressioni psicologiche costanti sulla giovane studentessa.

In carcere Diego Trigili ha ammesso di aver circuito la giovane e grazie alla sua spontanea confessione gli sono stati concessi gli arresti domiciliari. Tuttavia la posizione dell’uomo risulta essere grave poiché, grazie alle perquisizioni effettuate in casa sua, è stato rinvenuto del materiale pornografico girato con un’altra giovane minorenne e si è quindi scoperto che non era la prima volta che l’insegnate circuisse delle ragazzine. Quindi all’accusa di atti sessuali con una minorenne è stata aggiunta anche l’accusa di pornografia minorile.

Francesco Amato