PERUGIA, 15 MARZO – La terra è tornata a tremare in questa mattina del 15 marzo sul confine tra le Marche e l’Umbria. Nelle due regioni non nuove a fenomeni tellurici di questo tipo, si è registrata una scossa di discreta entità.

Epicentro Zona Castelluccio di Norcia, sul crinale ovest del monte Vettore. Ipocentro a 6 chilometri di profondità sotto ai sibillini. Magnitudo registrata 3.9. Ora dell’evento 4.30 del mattino.

[smartads]

Le località in cui la scossa si è fatta più sentire sono: Castelsantangelo Sul Nera, Norcia, Bolognola, Ussita e Visso, Arquata del Tronto, Montefortino e Montegallo, Amandola, Comunanza, Sarnano.

Dopo una mattinata di controllo da parte della protezione civile si può dire che non vi sono stati danni a persone o cose. Tutto si è tradotto solo nello spavento per la levataccia, qui i sismi a quanto pare hanno l’abitudine di accadere di notte.

Il terremoto per queste terre è la norma e le popolazioni dell’Appennino vi convivono da sempre.

Luca Brandetti
Redazione Focus