BOLOGNA, 2 MARZO – La città di Bologna piange la scomparsa del poeta Lucio Dalla, stroncato da un infarto in Svizzera. Allo stesso tempo, la città è già pronta a ricordarlo e a rendergli omaggio nel giorno del suo ultimo viaggio.

Per lui si apriranno le porte della Basilica di San Petronio in Piazza Maggiore dove avranno luogo i funerali domenica 4 Marzo; proprio quel famoso 4 Marzo che lo stesso Dalla cantò in uno dei brani più belli e in cui avrebbe compiuto 69 anni.

Intanto il feretro del cantante ha lasciato Losanna e in primo pomeriggio è arrivato nella città di Bologna. Durante la notte un gruppo di amici, tra cui alcuni dei suoi collaboratori più stretti hanno pregato e vegliato la salma dell’amico nella cappella di Saint Roch, nel centro storico di Losanna. Anche l’amico Ron è stato visto abbandonare la Cappella di Saint Roch poco prima delle 11.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Da domattina, per chi vorrà rendergli omaggio e lasciare un’ultimo saluto, sarà aperta la camera ardente a partire dalle ore 9.30 nel Cortile D’Onore di Palazzo D’Accursio, sede del Comune della città.

Per Lucio una funzione celebrativa e commemorativa degna di nota. Lo sottolinea Don Oreste Leonardi, primigenio della basilica di Piazza Maggiore a Bologna, che ricorda : “l’ultimo funerale nella basilica di San Petronio fu 15 anni fa per la morte di don Giuseppe Dossetti” e – continua – precisando : ” i funerali in San Petronio sono previsti solo per personaggi che si sono distinti a Bologna”.

IL MONDO DEL CALCIO SI FERMA – Anche il mondo del calcio si ferma per ricordare il povero Lucio. La partita di calcio, in programma al Dall’Ara per il primo pomeriggio, è stata posticipata alle ore 21 in segno di rispetto per il cantante.

Emanuele Ambrosio