GENOVA, 28 FEBBRAIO – L’Italia affronta gli USA di  Jurgen Klinsmann allo Stadio Luigi Ferraris di Genova, in un’amichevole internazionale di grande prestigio in vista degli ormai imminenti europei di Polonia e Ucraina che si disputeranno in Giugno.

Il clima in casa Italia è piuttosto teso in seguito al difficile week-end sportivo appena trascorso, con i casi Buffon e De Rossi, e la difficile convivenza del blocco juventino con i due rossoneri convocati da PrandelliNocerino e Abate, tensione alimentata dalle non convocazioni, per motivi disciplinari, di Balotelli eOsvaldo. Nella formazione che il Ct ex Fiorentina schiererà domani contro la selezione a stelle e strisce, ci si aspetta un inedito abbinamento difensivo con la strana coppia bianconero granata composta da Andrea BarzagliAngelo Ogbonna, in mediana si ritrovano compagni tre grandi protagonisti della sfida scudetto di sabato,il rossonero Nocerino e i due juventini Pirlo e Marchisio, a completare il reparto l’oriundo Thiago Motta. Sorprese anche in attacco dove Giovinco (per lui pronta la maglia n.10) affiancherà un Matri reduce dal gran gol di San Siro, preferito a un Pazzini sempre più in difficoltà sotto porta, come ha dimostrato anche Domenica sera al San Paolo.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]PROBABILI FORMAZIONI Italia-Usa

ITALIA (4-3-1-2): 1 Buffon, 2 Maggio, 15 Barzagli, 20 Ogbonna, 4 Criscito, 23 Nocerino, 21 Pirlo, 8 Marchisio, 13 Thiago Motta, 10 Giovinco, 9 Matri. (24 De Sanctis, 3 Chiellini, 6 Balzaretti, 11 Abate,14 Astori, 19 Bonucci, 5 De Rossi, 18 Montolivo, 7 Pazzini, 22 Borini, 16 Sirigu, 17 Viviano). All.: Prandelli

USA (4-1-3-2): 1 Howard, 2 Cherundolo, 4 Goodson, 3 Boccanegra, 5 Johnson, 6 Bradley, 7 Williams, 8 Dempsey, 11 Shea, 10 Altidor, 9 Buddle. (11 Guzan, 12 Cameron, 13 Parkhurst, 14 Spector, 15 Edu, 16 Kljestan, 17 Williams, 18 Boyd). All:: Klinsmann

QUOTE SISAL E PRONOSTICO

Quote Sisal: 1(1,50);X(3,70);2(7,00)

Pronostico: L’Italia vuole far bene per mettere a tacere le polemiche degli ultimi giorni, incentrate su tutto, meno che sul calcio giocato, e torna, per dare un’immagine positiva del calcio nostrano, in una Genova che ha ancora negli occhi gli spiacevoli eventi del 12 ottobre 2010, quando, durante la partita di qualificazione agli europei contro la Serbia,  si rese protagonista l’ormai tristemente famoso nome di Ivan Bogdanov. Le motivazioni per l’Italia di Prandelli, dunque, non mancano di certo e l’ostacolo statunitense sembra tutt’altro che invalicabile: consigliamo l’ 1 Fisso.

Marco Bertagnin