MILANO, 25 FEBBRAIO – La Juve si fa subito vedere con due iniziative, una centrale di Quagliarella e una laterale di Lichstenier, ma è il Milan a prendere in mano le redini del gioco pur non trovando inizialmente spazi nella ben piazzata difesa di Conte. Poi è Bonucci a salire in cattedra regalando praticamente il vantaggio ai rossoneri. Il centrale ex Bari concede al 14’ il pallone a Nocerino che calcia da fuori trovando nuovamente la deviazione di Bonucci che mette fuori causa Buffon1-0 Milan.

Juve frastornata che continua a imbarcare acqua, al 25’ Buffon salva su un colpo di testa Mexes, tentativo di misura di Muntari che vede una nuova grande risposta del portierone della nazionale, peccato che la palla avesse superato la linea di porta, se ne avvedono tutti tranne la terna arbitrale. Sulla ripartenza bianconera poi è Abbiati ad evitare la beffa per il diavolo con una gran parata su Estigarribia lanciato a rete. La Juventus a questo punto cerca una timida riscossa ma la manovra bianconera è macchinosa e non crea affanni alla retroguardia rossonera, con il Milan che in contropiede si rende sempre pericoloso con la rapidità di Robinho ed Emanuelson.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Le ultime emozioni della prima frazione sono causate da due tiri dal limite che sibilano di poco a lato, al 42’ Van Bommel mette i brividi a Buffon, allo scadere è invece il cilenoVidal a far impallidire gli 80.000 di San Siro.

Dentro Pepe per Estigarribia ed El Sharaawi per uno spento Pato a inizio ripresa. Nervi tesi in avvio con un colpo proibito di Mexes su Borriello, è proprio l’ex Roma a regalare al 51’ un calcio d’angolo al Milan, Conte lo punisce sostituendolo con Vucinic. Partita equilibrata nei primi minuti con il Milan che sfrutta gli spazi in ripartenza grazie all’ottima vena del Faraone, la Juve deve fare di più per pareggiare. Al 69’ Chiellini trova uno splendido traversone per Quagliarella, il napoletano va però a sbattere sul miracolo di Abbiati. E’l’ultima emozione della sua partita, la punta ex Udinese lascia spazio ad Alessandro Matri: è la svolta. Al 79’ l’ex Cagliari va in gol ma Tagliavento annulla per un fuorigioco probabilmente inesistente, all’ 83’ invece il pareggio si concretizza, traversone di Pepe dalla destra e Matri da vero rapace d’area fa 1-1 ristabilendo la parità. L’assalto finale del Milan non trova frutti nonostante la superiorità numerica negli ultimi minuti causa l’espulsione di Vidal, colto da un raptus di follia all’89.

La Juve mantiene dunque  la sua imbattibilità stagionale e resta a -1 dal Milan con una partita in meno, il finale della Serie A 2011\2012 è ancora tutta da scrivere.

Pagelle Milan: Abbiati: 7-, Abate: 6, Mexes: 6-, Thiago Silva 6, Antonini 6+, Van Bommel 6,5, Nocerino 6,5, Muntari 6, Emanuelson 7-, Pato 5, Robinho 7, El Shaarawi 6,5, Ambrosini 6-

Pagelle Juve: Buffon 7, Barzagli 6,5, Bonucci 4,5, Chiellini 6, Vidal 5, Marchisio 5,5, Lichsteiner 6-, Pirlo 5, Estigarribia 5,5, Borriello 5,5, Quagliarella 6+, Pepe 6+, Vucinic 6, Matri 7,5

Marco Bertagnin