SANREMO, 17 FEBBRAIO – Terzo atto. La serata “Viva l’Italia“, tributo alle canzoni italiane famose nel mondo, ha sortito il giusto effetto. Ascolti in rialzo, anche se l’anno scorso si era fatto di meglio.

I NUMERI – La prima parte ha raccolto 12 milioni 770 mila spettatori con uno share del 45,62%, mentre nella seconda ha visto soli 6 milioni 552 mila spettatori e uno share del 57,8%.

Una media ponderata di 10 milioni 450 mila telespettatori pari al 47,76% di share.

Un ottimo risultato, ma il calo c’è se confrontati ai numeri della puntata dello scorso anno dedicata al 150esimo dell’Unità di Italia con la presenza di Roberto Benigni.

Entusiasmo ai vertici di Raiuno con il direttore Mauro Mazza che li definisce “eccellenti”, visto che il Festival guadagna oltre 1 milione di spettatori rispetto alla seconda serata. Intanto, stando ad alcune indiscrezioni, stasera potrebbe tornare il ciclone Adriano Celentano, impegnato a provare nel teatro Ariston questo pomeriggio.

[ad#Google Adsense]

LA SERATA DEI DUETTIIeri sera è stata omaggiata la musica italiana nel mondo con la presenza di star di grandissimo livello internazionale chiamate a duettare sulle note di vecchi successi italiani con i concorrenti big.

Su tutte hanno brillato Brian May, chitarra e anima fondatrice dei Queen di Freddie Mercury e la leggendaria Patty Smith che con il rock di “Because the night” conquista il pubblico in sala e il premio Sala Stampa da parte dei giornalisti accreditati al Festival.

Ad aprire lo spettacolo Gianni Morandi, che smessi gli abiti da presentatore è tornato a cantare.

Ha duettato, seppur virtualmente, con The Voice Frank Sinatra sulle note di “More” e ha ricordato con “Dio come ti amo” Domenico Modugno e con la struggente “Gli uomini non cambiano” Mia Martini. Non è mancato il ricordo a Giancarlo Bigazzi, compositore di questa meravigliosa canzone presentata proprio a Sanremo nel 1992 e portata al successo della grande Mimì.

A seguire l’ingresso della valletta Ivanka Mrazova e di Rocco Papaleo, che non ha risparmiato il pubblico di Sanremo con la sua verve e la sua simpatia.

Tanti e diversi i duetti. Alcuni anche azzardati. A partire da Shaggy in coppia con Chiara Civello, Samuele Bersani con il compositore serbo Goran Bregovic, Noemi con Sarah J. Morris, Noa in compagnia di Eugenio Finardi, Dolcenera con Mr. Green, i Matia Bazar e Al Jareeau.

YouTube Preview Image

Emanuele Ambrosio