MILANO, 15 FEBBRAIO – Chiamatelo pure tabù inglese, Arsenal, Manchester United e Tottenham, diavolo fuori agli ottavi per mano dei “servitori” della regina. I gunners nel 2008 banchettarono in quel di San Siro, una ferita aperta per chi ha buon memoria, quella sconfitta chiuse il ciclo Ancelottiano con un quinto posto in campionato a dir poco disonorevole. Gallas, Fabregas e Adebayor, era questa la spina dorsale dei ragazzi tremendi di Wenger. Travolta da cambiamenti in tutti i reparti e da addii eccellenti, oggi fanno meno paura di ieri, ma non lasciano tranquillo Adriano Galliani. Deve essere una rivincita, come Liverpool e Boca, in seconda battuta la tradizione ha sempre sorriso al Milan. Walcott Van Persie e Henry, il vecchio che ritorna, sono questi i tormenti di oggi.

Allegri fa la conta degli indisponibili e fortunatamente sono meno rispetto ad una settimana fa, rientrano in gruppo Abbiati, Nesta Van Bommel, Boateng e Pato, tutti convocati per stasera. Quasi recuperati Aquilani e Flamini, i due centrocampisti si allenano in gruppo ma non ancora abili e arruolabili. Pato e Boateng non dovrebbero essere rischiati nella formazione iniziale, ma inseriti nel corso del match. Allegri tiene alta la guardia, non si fida degli inglesi che avranno il privilegio di giocare la partita di ritorno tra le mura amiche. Massima concentrazione e nessuna sbavatura, ogni disattenzione potrebbe essere fatale. Un anno fa, un gol di Crouch a San Siro spedì irrimediabilmente il diavolo all’inferno. Fare tesoro dagli errori passati per ritornare a primeggiare nel futuro prossimo, ancora una volta lo scoglio da varcare parla inglese ma invertire la tendenza si può.

LA GARA Milan-Arsenal 4-0 Boateng 15′, Robinho 40′, 49′, Ibrahimovic 78′
[ad#Google Adsense]Si parte: il Milan batte il calcio d’inizio.
Il primo tiro della partita è dell’Arsenal: Rosicky ci prova dai 25 metri, palla abbondantemente a lato.
4′ triangolazione Seedorf-Boateng, l’olandese calcia sul primo palo: palla fuori.
6′ Ibrahimovic guadagna un calcio d’angolo. Ripartenza dell’Arsenal sugli sviluppi del corner: sbagliata la rifinitura di Ramsey per Walcott.
12′ Sostituzione Milan: esce Seedorf,  entra Emanuelson. Problema ai flessori della gamba destra per il “Professore”.

15′ MILAN IN VANTAGGIO: CHE BOMBA DEL ‘BOA’!
Nocerino serve Boateng che con un gran destro mette la palla sotto la traversa.

18′ Van Persie elude il fuorigioco e prova il cross a centro area, intervento tempestivo di Mexes.
21′ bolide dal limite di Nocerino: palla di pochissimo alta sulla traversa. Milan arrembante e padrone assoluto del campo.
23′ Lancio di Robinho per Ibrahimovic che spintono Vermaelen: fallo in attacco.
25′ Punizione di Van Persie e colpo di testa di Koscielny, palla bloccata senza problemi da Abbiati.
27′ Corner respinto di testa da Boateng, poi Arteta viene fermato fallosamente da Abate.
30′ Lancio di Koscielny per Van Persie, Abbiati esce e anticipa l’olandese.
32′ Robinho prova l’ennesima verticalizzazione: palla troppo lunga per Nocerino.
34′ Cross di Emanuelson dalla sinistra, Nocerino si coordina per il tiro al volo di destro, ma la sua conclusione è da museo degli orrori. Palla fuori.
36′ Duello rusticano Ibrahimovic-Koscielny: lo svedese ha subito un leggero colpo al volto e ha ricambiato con uno schiaffetto sulla mano. Fortunatamente non ha usato il suo marchio di fabbrica
38′ Robinho ruba palla a Vermaelen, ma vanifica un due contro uno sbagliando il passaggio per Ibrahimovic.

40′ MILAN IN GOL: ROBINHO
Ibrahimovic scatta sul filo del fuorigioco, crossa per Robinho che di testa firma il 2-0.

L’Arsenal ha accusato il colpo, ma che Milan!
42′ Problemi per Koscielny. Sta per entrare Djourou.
43′ intervento provvidenziale di Mexes sull’assist di Rosicky per Van Persie. Ottima la prova del francese
44′ Sostituzione Arsenal: entra Djourou esce Koscielny.
46′ Grande lancio di Ibrahimovic per Boateng, il ghanese calcia sul primo palo e colpisce l’esterno della rete.
47′ Lancio di Ibra per Antonini che si scontra duramente con Szczesny. L’arbitro ammonisce Antonini per gioco pericoloso, ma il difensore milanista aveva anticipato il portiere.

Milan-Arsenal 2-0 a fine primo tempo: decidono, per ora, i gol di Boateng e Robinho.

Inizia il secondo tempo. Sostituzione nell’Arsenal: esce Walcott, entra Henry.

49′ MILAN IN GOL: DOUBLE BINHO
Combinazione Ibra-Robinho: destro sul primo palo del brasiliano che approfitta dello scivolone di Vermaelen e segna il gol del 3-0.

54′ Thiago Silva a terra: ha subito una manata da Van Persie. Frustrazione per il fuoriclasse orange.
57′ Cross di Sagna per Henry, palla bloccata in uscita da Abbiati.
59′ Robinho serve Antonini che si invola sulla sinistra: diagonale troppo angolato.
61′ Milan dominatore, l’Arsenal non riesce a imbastire una sola azione offensiva degna di nota
63′ Robinho egoista sfiora l’occasione del poker: ignorato Nocerino al centro dell’aerea.
65′ Ammonito Mexes. Trattenuta ripetuta di Mexes su Rosicky: inevitabile il cartellino giallo.
66′ Miracolo di Abbiati sul tiro di Van Persie liberato da uno splendido tacco di Henry.
Wenger ora prova il tutto per tutto inserendo un trequartista per un difensore. Esce Gibbs, entra Chamberlain. Il tecnico dei Gunners passa al 4-4-2 con Song e Djourou centrali e Vermaelen a sinistra.
69′ Allegri si copre: fuori Boateng (applausi), Emanuelson si sposta a sinistra con Nocerino a destra nel 4-4-2.
72′ Ammonito Song per un fallo da tergo su Ibrahimovic.

78′ Calcio di rigore per il Milan: steso in area Ibrahimoic.
Ibrahimovic dal dischetto spiazza Szczesny. Quaterna secca sulla ruota di Milano

81′ ammonito Ambrosini per gioco scorretto.
83′ standing ovation per Robinho, in campo dopo un lungo stop Pato. Il brasiliano si riabilita alla scala del calcio con una grande prestazione.
84′ Van Persie di testa, Abbiati si rifugia in angolo.
87′ adesso l’Arsenal spinge: cross di Vermaelen, libera Thiago Silva.
Quattro minuti di recupero.

Le pagelle di Milan-Arsenal

MILAN – Abbiati 7.5; Abate 6.5, Mexes 7, Thiago Silva 7,5, Antonini 7; Boateng 7.5, Van Bommel 7, Nocerino 7; Seedorf sv, Emanuelson 6.5; Robinho 8, Ibrahimovic 6.5, Pato sv. Allenatore: Allegri 8.

TOP Robinho, Abbiati, Thiago Silva FLOP NESSUNO

ARSENAL – Szczesny 6; Sagna 5, Vermaelen 5, Koscielny 5, Gibbs 4.5; Arteta 5, Song 5; Walcott 5, Ramsey 5, Rosicky 5, Oxlade-Chamberlein sv; Van Persie 6, Djourou 5, Henry 6. Allenatore: Wenger 4.

TOP Van Persie, Henry FLOP Wenger

Mario Lorenzo Passiatore, Massimiliano Riverso