ROMA, 13 FEBBRAIO – Il box office di questo secondo fine settimana di febbraio non è certo una sorpresa, ma ciò che deludono sono senza dubbio le cifre piuttosto basse. Benvenuti al Nord, dopo la quarta settimana posizionato in testa, questo fine settimana ha lasciato il posto a un’altra commedia casereccia: Com’è bello far l’amore, di Fausto Brizzi e interpretato da Fabio De Luigi e Claudia Gerini, una coppia di quarantenni sereni con un figlio, ma troppo persi nella routine quotidiana, tanto da essersi dimenticati della potenza del sesso. Se tutto ciò non era certo una sorpresa, ciò che questa mattina avrà deluso regista e produzione è l’ammontare delle cifre totali: circa 2.4milioni di euro su circa 598 schermi, è una cifra relativamente deludente anche perché deve tenere conto del sovraprezzo applicato al biglietto ordinario per via del 3D. Inoltre la cifra, se paragonata ai precedenti successi cinematografici di Brizzi risulta davvero irrisoria: Notte prima degli esami, incassò più di 4.5milioni di euro; Maschi contro femmine, più di 3milioni di euro, Femmine contro maschi, più di 3.8milioni di euro….

Stabile al secondo posto troviamo la straordinaria favola  in 3D di Martin Scorsese, Hugo Cabret, che con più di 1,5milioni di euro di incasso nel weekend, raggiunge i 3.8milioni di euro totali su due settimane di programmazione.

Dimezza il suo incasso settimanale, scendendo in terza posizione, la commedia di Luca Miniero, Benvenuti al Nord – e direi anche finalmente! – che supera poco più il milione di euro di incassi, per assestarsi a un totale di 25 milioni di euro totali.

[ad#Google Adsense]

Esordio più che positivo per la commedia anglo australiana, Tre uomini e una pecora, che, con pochissime aspettative, incassa quasi ottocentomila euro. Deludono anche durante la loro seconda settimana di programmazione, il quarto capitolo di Mission impossible – Protocollo Fantasma e il remake americano Millennium – Uomini che odiano le donne: rispettivamente si piazzano al quinto e al sesto posto, con una media di circa cinquecentomila euro di incasso a testa.

La saga di Star Wars in Italia è molto più pane per cinefili, ma la rimasterizzazione in 3D del primo episodio della trilogia di Lucas, con solo 165 sale su tutto il territorio nazionale, incassa, solo nel weekend, più di quattrocentomila euro.

Gli ultimi tre posti nella top ten del Box Office Italia, sono occupati dalla new entry, 40 Carati, thriller psicologico, girato quasi del tutto, a 78 metri dal suolo, che, distribuito su circa 154 sale, incassa poco meno di quattrocentomila euro; seguono il biopic The Iron Lady – 290mila euro –  e il nostrano A.C.A.B.  – all cops are bastard –  240mila euro.

Federica Palmisano