ANCONA, 12 FEBBRAIO – Le intense nevicate di questi giorni che già avevano messo in ginocchio la regione Marche non intendono finire. 10 ore no-stop di neve su tutta la regione, con situazioni di grande disagio nell’urbinate, dove si registrano ormai due metri di neve. Anche nelle provincie di Ancona e Macerata, vittime nei giorni scorsi della perturbazione, la situazione è peggiorata. Le previsioni, secondo il bollettino meteo della Protezione Civile regionale, parlano di nevicate abbondanti fino a lunedì pomeriggio. Anche se già dalla serata di oggi le precipitazioni si attenueranno.

Il presidente della regione Marche, Gian Mario Spacca, ha definito critica la situazione. Gli uomini ed i mezzi presenti non bastano e «stiamo intervenendo attraverso la solidarietà con le altre regioni e richiamando anche la responsabilità del dipartimento nazionale della Protezione Civile per avere ulteriori mezzi da utilizzare soprattutto nelle situazioni di maggiore criticità», ha affermato stamani dopo l’incontro del Centro operativo regionale. Un ulteriore problema sta nascendo per l’enorme peso della neve sui tetti e si sono registrati, nelle zone maggiorente colpite, vari crolli.

[ad#Google Adsense]

Le critica la situazione ad Urbino dove la neve in mattinata ha raggiunto quota 250 centimetri e continua a nevicare. Il sindaco, Franco Corbucci, ha deciso di prolungare lo stop delle lezioni per le scuole di ogni ordine e grado fino a martedì 14 febbraio compreso. Strade bloccate e comuni isolati anche nel pesarese, dove molte case collinari sono rimaste senza luce e l’Enel è impegnata nel ripristino delle utenze. Anche in città si sono registrati casi di black-out elettrico nella notte scorsa, ma il peggio è stato scongiurato grazie all’erogazione di energia dalla vicina Fano.

Trasporti nel caos più totale. L’autostrada A14 è stata chiusa, anche al traffico veicolare, nel tratto compreso tra Cattolica e Fano e all’altezza di Pedaso. I veicoli pesanti sono stati bloccati nelle piazzole di sosta e nei parcheggi presenti sulla rete stradale e autostradale della regione. I conducenti sono assistiti dalla Protezione Civile che li ha riforniti di cibo, bevande calde e coperte per ripararsi dal freddo.

Luca Bresciani