GROSSETO, 11 FEBBRAIO – Le 22:14 del 13 Gennaio. Le immagine riprese con una videocamera amatoriale nella plancia di comando, cuore della Costa Concordia. Quaranta minuti prima, il comandante Francesco Schettino aveva ordinato all’ufficiale di coperta Ciro Ambrosio di cedergli il timone del transatlantico, e alle 21.42 la nave ha impattato violentemente contro lo scoglio delle Scole.

Al comandante viene riferito che ci sono solo due compartimenti allagati, ma la situazione è ben diversa. L’acqua salata del mar Tirreno ha invaso una porzione molto più estesa della nave, e questo è probabilmente il primo errore che avrebbe fatto perdere del tempo prezioso alla macchina dei soccorsi.

[ad#Google Adsense]

In plancia erano presenti 9 ufficiali, tutti in attesa di una decisione sulle operazioni da parte di Schettino. Tutti erano agli ordini di Schettino, fatta eccezione di Ciro Ambrosio che ha compreso subito la gravità della situazione. L’ufficiale ha lasciato la plancia, si è recato sul lato destro della Concordia e ha ordinato all’equipaggio di ammainare le scialuppe di salvataggio. Quando ha Schettino viene riferito che alcuni naufraghi stanno salendo sulle lance, tutto quello che il comandante riesce a dire è “Vabbuo… vabbuo jà”.

Alle 22.58, dopo che la Capitaneria di Porto ha deciso autonomamente di inviare i primi soccorsi alla Concordia, arriva finalmente l’ordine di abbandonare la nave.

YouTube Preview Image
Redazione