MILANO, 30 GENNAIO – I reiterati tentativi di convincere Cellino a lasciar partire Nainggolan sono stati vanificati dalla ferrea volontà del presidente sardo, il quale si opposto alle pressanti avances di Beppe Marotta e ha declinato l’offerta bianconera. Il centrocampista belga rimarrà in Sardegna almeno per i prossimi sei mesi, salvo improvvisi ripensamenti nelle prossime ore.

A confermare l’esito negativo della transazione è stato l’agente del giocatore, Alessandro Beltrami, che ha ribadito la volontà della Juventus di portare a Torino subito il ragazzo, ma non essendoci il benestare presidenziale l’operazione non è decollata. Dalle sue parole trapela un accordo tra i due club, una sorta di prelazione che la Juventus avrà sul giocatore nella prossima sessione estiva. Cellino avrebbe detto no perché non convinto dalle contropartite proposte, e timoroso di non trovare un sostituto al belga, perno del centrocampo sardo.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice Overlay]

Marotta avrebbe convinto Antonio Conte a lasciar partire Marrone verso la Sardegna con la formula della compartecipazione per indurre Cellino ad accettare, ma ogni tentativo è stato praticamente vanificato dalla sua volontà di trattenere il ragazzo. Beltrami ha inoltre ammesso l’interesse di una squadra russa, il Cska Mosca, che avrebbe offerto una cifra superiore ai 15 milioni, destinazione però non gradita giocatore.

In via cautelativa gli operatori di mercato bianconeri hanno riallacciato i rapporti con la Samp sondando il terreno per Palombo. Il doriano rappresenta la prima alternativa, e nelle prossime ore Marotta e Paratici incontreranno Sensibilie, ds della Samp per chiudere l’operazione. Sullo sfondo le ipotesi Padoin e Pizarro, che saranno percorribili qualora la Juventus dovesse prendere un altro due di picche.

Intanto in uscita, Toni è stato ceduto a titolo definito all’All Nasr, l’ex campione del Mondo approda negli Emirati Arabi alla corte di Walter Zenga. Anche Marco Motta ha fatto le valigie, destinazione Catania, trattasi di cessione a titolo temporaneo, dunque prestito semestrale. Stessa strada potrebbe essere percorsa da Alex Manninger, il portiere austriaco è stato richiesto da Lo Monaco e la Juventus avrebbe dato la sua disponibilità a lasciar partire il giocatore. Titoli di coda anche per Iaquinta, richiesto dal Novara, in attesa del placet del giocatore la Juve ha detto si.

+ Speciale Calciomercato Juventus