MILANO, 27 GENNAIO – Un puzzle nella fase terminale che dovrebbe completarsi interamente nelle prossime ore. I contatti d’oltremanica sono costanti, in attesa di aggiornamenti dal quartier generale blu, Galliani sta studiando l’operazione da recapitare ai vertici del City nella speranza possa arrivare il tanto cospirato si.

In costante contatto telefonico, oggi sarà una giornata cruciale e proverà a far ammorbidire le esose richieste della banda dello sceicco. Questione di formule prima che di numeri, le modalità della transazione per usare un eufemismo, non fanno gola ai Citizens. Il nodo dovrebbe sciogliersi sulla base di un prestito oneroso con diritto o obbligo di riscatto, versando una quota subito, in sostanza 6/7 milioni come acconto, per un’operazione complessiva di 25 milioni di euro.

Intanto in mattinata è stato convocato in sede Maxi Lopez con il suo procuratore, c’è l’accordo di massima con il giocatore, al quale gli è stato chiesto ancora un po’ di tempo per risolvere la trattativa con il City. La sensazione è che il giocatore arriverà a prescindere, se non ora, a giugno sarà rossonero. Sembra che abbia persino stipulato il contratto con il Milan, e che ancora non è stato depositato in lega. Per cui l’eventuale approdo dell’apache non escluderebbe quello della gallina de oro, vista l’ostentata fiducia da parte di D’amico, procuratore del “catanese”.

Tevez non sarebbe utilizzabile in Champions, perche ha già giocato con il City nella prima parte di stagione, Maxi Lopez invece può essere inserito nella lista europea, un motivo in più per tesserare entrambi, con Cassano convalescente, e Pato spesso out, il Milan starebbe meditando il doppio colpo.

[ad#Google Adsense]

Nel pomeriggio Kia Joorabchian, agente dell’Apache, esce allo scoperto: Tevez rimane al City fino a giugno. L’iraniano annuncia la definitiva fumata nera tra i due club. Non è stato trovato l’accordo, se ne riparlerà nella sessione estiva, quando anche gli altri club potranno vagliare la situazione, o ritornare nuovamente alla carica. Chiaro il riferimento al Psg, che proverà a convincere il giocatore ad accettare il progetto transalpino. Il Psg era stato l’unico club ad aver trovato l’accordo con il City, soddisfando le esose richieste economiche degli inglesi, non avendo però il placet del giocatore. Fra sei mesi molte cose potrebbero cambiare, tuona l’iraniano, convinto che ogni discorso debba considerarsi chiuso almeno per gennaio.

Sarà vero? Il Milan intanto ha depositato in Lega il contratto di Maxi Lopez, prestito con diritto di riscatto fissato a 8 milioni di euro..

Mario Lorenzo Passiatore