CREMONA, 20 GENNAIO – Si arricchisce di altri personaggi l’inchiesta della Procura di Cremona sulle partite del campionato italiano. Le ultime dichiarazioni di Gervasoni stanno facendo emergere una lista infinita di persone coinvolte. Si è così arrivati a 120 indagati dopo l’aggiunta degli ultimi 41 secondo le rivelazioni proprio dell’ex giocatore del Piacenza.

Si aggiunge alle gare truccate anche un’altra di serie A, ovvero Palermo-Bari dello scorso campionato, finita 2-1 per i siciliani. In realtà la gara doveva terminare con almeno due gol di scarto per i rosanero, ma Miccoli sbagliò il rigore decisivo non essendo a conoscenza della combine.

[ad#Juice 120 x 60][ad#Juice Overlay]

Al contrario invece i giocatori del Bari ne erano i protagonisti; proprio per questo motivo oggi pomeriggio si è costituito Andrea Masiello, difensore dell’Atalanta ma in forza alla squadra pugliese lo scorso anno. “Sono venuto a chiarire. L’ho chiesto io. Non ho nulla da nascondere. Non è piacevole finire in questi ingranaggi, non è piacevole essere tirato in ballo senza motivo. Meglio chiarire subito, anche per l’Atalanta”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=7BrfY7PtxQk[/youtube]

Fabrizio Astone