NAPOLI, 17 GENNAIO – Nuovo attacco agli uffici di Equitalia. Questa volta a Napoli davanti alla sede situata nel Corso Meridionale. Fortunatamente lo scoppio dei tre ordigni ha provocato solo danni alle porte esterne e rotto i vetri, causando danni alle saracinesche. Al momento dell’esplosione non c’erano passanti nelle vicinanze. Sul posto è intervenuta la polizia scientifica che sta eseguendo i rilievi tecnici. Si continua anche a verificare se nell’area circoscritta ci siano eventualmente altri ordigni rimasti inesplosi, magari piazzati in prossimità di altre porte della sede dell’ufficio riscossione tributi.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice Overlay]

Dai primi accertamenti non è comunque emersa la presenza di altri esplosivi. La polizia fa sapere che gli ordigni, secondo quanto è emerso dai primi rilievi, sono stati collocati in uno spazio tra le saracinesche e le vetrate. Lo scoppio non ha fortunatamente danneggiato le diverse automobili parcheggiate vicino all’area. Ciò fa ipotizzare che la potenza degli ordigni fosse limitata. Neanche un mese fa, nella stessa sede, fu fatto esplodere un potentissimo petardo che non provocò danni di rilievo alla struttura.

Sabrina Brandone