ROMA, 11 GENNAIO – Drammatiche, si potrebbe arrivare a definirle disgustose rivelazioni, quelle che emergono dai retroscena di uno degli spettacoli più amati dai piccoli di tutto il mondo, il circo. Piccoli elefanti in questo caso sottoposti a maltrattamenti che sfociavano spesso in vere e proprie torture per renderli più docili alla parte che è loro imposta nello spettacolo.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Notizie di questo genere non sono nuove, periodicamente si torna a parlare della crudeltà che viene usata in certi casi per addestrare gli animali usati negli spettacoli circensi, eppure le nuove testimonianze fotografiche che arrivano in questo caso da Roma non mancano di lasciare il segno, rischiano perfino di turbare gli animi più sensibili. Se il metodo normalmente accettato sarebbe quello di accattivarsi la fiducia dell’animale con un sistema di ricompense, la realtà che è emersa è stata quella di metodi che ricordano i peggiori clichè della tortura, con tanto di catene, elettroshock e bastonate per estorcere ubbidienza agli animali.

Metodi crudeli e soprattutto inutili in sostanza, per asservire animali indifesi a dare spettacolo di se per spettatori troppo spesso ignari.

Matteo Borile