MILANO, 21 DICEMBRE – Volete sapere cosa è successo in questo 2011? Semplice basterà collegarsi al sito Year In Hastag, così chiamato da “hastag” le parole chiave più usate sul famoso social network con il simbolo#.

Sul sito sono stati raccolti tutti i tweet del mondo relativi ai casi – eventi più importanti e discussi negli ultimi 12 mesi. Un anno racchiuso in tanti tweet, tra cui possiamo scovare quelli di Obama o Micheal Moore per citarne solo due.

Super tweet per Steve Jobs, sicuramente tra i personaggi dell’anno, la cui morte ha letteralmente scosso il popolo di internet, in un certo senso figlio delle grandi invenzioni del papà di casa Apple.

[ad#Google Adsense][ad#HTML-1]

Basterà cliccare sulla sua foto commemorativa per rendersi conto che gli sono stati dedicati più di 10.000 tweet al secondo in tutto il mondo.

Tra i commenti più condivisi ritroviamo quello di Bill Gates, che viene riproposto tra i tanti.

Collegandosi al sito si può, mese per mese, rivivere gli avvenimenti principali di questo anno:  dalla primavera araba al terribile terremoto che ha colpito il Giappone, dalla morte di Steve Jobs a quella della pop star inglese Amy Winehouse e non solo.

Spazio anche per questioni politiche come il referendum sull’acqua e il nucleare con tanto di logo “io ho votato”, che mesi fa migliaia di utenti utilizzarono come immagine del proprio profilo.

Il sito nasce da un’idea di cinque giornalisti italiani: Claudia @tigella Vago, Luca @ezekiel Alagna, Marina @alaskaRP Petrillo, Maximiliano @strelnik Bianchi e Mehdi @mehditek Tekaya, che per tutti questi mesi hanno raccolto, con precisione,  i messaggi e i tweet degli utenti.

Sul sito troverete non solo i classici “cinguettii”, ma anche foto, video, post.

In breve potremo tornare indietro nel tempo e ricordare un anno, mostrato e raccontato nell’era di Internet.

Emanuele Ambrosio