PESCARA, 21 DICEMBRE – E’ trascorsa ormai una settimana dalla scomparsa di Roberto Straccia, il giovane ragazzo originario di Fermo di cui non si hanno tracce da giorni.

Il giovane è scomparso nel nulla. Intanto continuano le ricerche, che al momento non hanno portato a nessuna novità rilevante.

Oggi si fa coraggio e decide di parlare, al telefono di Tgcom24, il padre Mario che racconta: “Eravamo convinti fin dall’inizio che il suo non fosse un allentamento volontario e non ci sono altre alternative, l’ipotesi più probabile potrebbe essere il rapimento“.

[ad#Google Adsense][ad#HTML-1]

Per il padre non sembrano esserci altre alternative, anche perché prosegue dicendo ” Se fosse arrivato in ritardo avrebbe avvisato“.

Ricostruisce poi il pomeriggio del figlio, che era uscito di casa per recarsi dagli amici per organizzare il veglione di capodanno e precisa: ” Era una persona accomodante. Ho provato a capire se in famiglia potevano esserci dei rancori ma non ho persone che mi odiano. La qualità dei suoi amici non si può negare, tutte persone solari e per bene“.

A questo punto il mistero si infittisce e l’ipotesi del rapimento sembra essere l’unica pista possibile su cui lavorare.

+ Approfondimento: Tutte le notizie sul caso Roberto Straccia

Emanuele Ambrosio