BOLOGNA, 12 DICEMBRE – Anche con il social network di Google si potrà contrassegnare le foto dei propri contatti ed essere rintracciato. Come Facebook, anche Google Plus, il nuovo social network della stessa Google, attiva il sistema di riconoscimento automatico dei volti impressi sulle fotografie.

Find My Face, questo il nome del modulo di riconoscimento facciale che richiede l’autorizzazione dell’utente per essere attivato per la tutela della sua privacy. Per il momento la funzione non è visibile per tutti gli utenti, perché è ora in corso di distribuzione.

Come per Facebook, Find My Face è una lente d’ingrandimento digitale che riconosce nelle immagini i lineamenti del volto e aggiunge il loro nome (tag). Funzionerà solo per gli amici che già fanno parte della rete sociale online e non sarà inserita nella ricerca pubblica di Google.

[ad#Google Adsense][ad#HTML]

In un prossimo futuro, secondo i tecnici di Montain Wiew sarà possibile fotografare col proprio cellulare una persona e poi, grazie a Google, sapere all’istante chi si ha di fronte, se la persona stessa consente l’accesso ai suoi dati personali.

“Sappiamo che nell’ambito di questa tecnologia la privacy è una questione delicata”, ha dichiarato il responsabile della protezione dei dati in Google, Peter Fleischer. Già, perché al momento Facebook si trova sotto procedimento legale con le autorità di diversi Paesi per la sua funzione di tagging automatico.

Per questo, continua Fleischer: “Find My Face, che sarà attivata nei prossimi giorni in tutto il mondo, è disabilitata in default”.

Sergio Giuseppe Amato