[ad#Juice 120 x 60]

BOLOGNA, 17 NOVEMBRE Michele Santoro torna anche stasera, come da tre giovedì a questa parte, con una nuova puntata di “Servizio pubblico”, l’esperimento mediatico lanciato dall’ex squadra di “Annozero”. I temi del giorno riguarderanno, senza troppe sorprese c’è da dire, il futuro dell’Italia post-berlusconiana nella recessione globale.

Dopo le dimissioni del Premier e la fine di un’era durata quasi 17 anni, il Paese si affida ora ad un governo Monti: riuscirà “super Mario”, curioso soprannome affibbiato dalla stampa internazionale al neo Presidente del Consiglio, a risollevare l’Italia dalla crisi e a dare una risposta concreta all’Europa e ai mercati?

Gli ospiti presenti in studio cercheranno di offrire una personale lettura della situazione promettendo, lo si può ipotizzare scorrendo rapidamente l’elenco degli invitati, un vivace e acceso dibattito: insieme a Santoro saranno infatti presenti Antonio Di Pietro (leader dell’Idv), Federico Rampini (giornalista de “La Repubblica”), Flavio Tosi (sindaco di Verona, Lega Nord) e Tito Boeri (docente di Economia alla Bocconi visto recentemente anche a “La Crisi in mezz’ora” di Lucia Annunziata).

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Nel frattempo ai positivi dati d’ascolto ottenuti da “Servizio Pubblico” – il quale ricordiamo non viene trasmesso sui canali principali della Tv ma su Sky, internet e alcune tv regionali – si affianca l’ennesimo attentato anonimo ai ripetitori televisivi: al furto delle antenne di Telelombardia (la scorsa settimana), si è aggiunto oggi l’incendio ai ripetitori di un’emittente del Trentino (RTTR). A darne notizia è stato lo stesso Santoro (tramite Facebook) che ha definito gli sconsiderati gesti dei veri e propri “attentati”: è abbastanza palese infatti l’intenzione di impedire la trasmissione della puntata nei luoghi coperti, fino a poco tempo fa, dalle antenne.

Diretta Tv a partire dalle ore 21

Gianluca Francesco Pisutu