GENOVA, 8 NOVEMBRE – Quattro giorni dopo la devastante alluvione di Genova, un altro nubifragio di proporzioni ‘bibliche’ si è abbattuto alle prime luci dell sul capoluogo ligure: in pochi minuti sono precipitati al suolo decine di millimetri d’acqua.
Il temporale si è prolungato per quasi un’ora, con tuoni e filmini di carattere estivo, ma su la città di Genova era piovuto per tutta la notte, anche se con un’intensità relativa. EXTRA | ALLUVIONE 4 NOVEMBRE: NOTIZIE E VIDEO

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Il Comune ha invitato i cittadini a «rimanere a casa», allarmato dai livelli raggiunti dallo Sturla e dal Bisagno.

STURLA – Questa volta la zona maggiormente colpita dalle violente precipitazione è stata l’area fra Quarto e Sturla. Alle ore 7.50, il torrente Sturla ha invaso la sede stradale in versi punti, bloccando la circolazione tra via Isonzo e corso Europa,

FEREGGIANO – Alle ore 8.30 una frana ha invaso in parte il torrente Fereggiano, che venerdì scorso è esondato, provocando la morte di sei persone: sul posto sono prontamente diverse squadre dei vigili del Fuoco, e l’accesso alla strada è stata chiusa anche ai pedoni. L’affluente del Bisagno avrebbe raggiunto il livello di guardia.
Ore 11.30 un’altra frana è appena scivolata nel letto del torrente Fereggiano.

BISAGNO – Sale la tensione per il Torrente Bisagno, principale corso d’acqua del capoluogo ligure. Sul bacino idrografico piove intensamente da ore: il livello si è alzato sensibilmente fra Prato e Struppa.

FUNERALI RINVIATI A DOMANI – Sono stati posticipati a domani i funerali di Serena Costa ed Evelina Pietranera, rispettivamente alle 10 e alle 12, sempre nella chiesa di Nostra Signora della Guardia di largo Merlo, a Quezzi.

DIRETTA TEMPO REALE

ORE 15.153 milioni di euro di danni per le aziende agricole nella provincia di La Spezia.

ORE 14.36 Frana in Valle Scrivia, giovedì vertice in Regione. Nella giornata di domenica il dissesto franoso ha spaccato in due la valle ligure, provocando ingenti danni al polo produttivo della zona. L’assessore alle Finanze Rossetti ha dichiarato che «per valutare ogni possibile intervento per avviare un piano di viabilità alternativo giovedì pomeriggio è stato convocato un vertice nella sede della Regione Liguria».

ORE 14.35 – Notizie positive dalla viabilità: riapre il casello di Genova Est

ORE 14.15: Rinviato il consiglio comunale. La seduta, molto attesa per le comunicazioni del sindaco Marta Vincenzi, è stata spostata a giovedì 10 novembre alle 14.

ORE 13.50 – L’allerta 2 riguarda solo le province di Imperia, Savone e Genova. Tigullio, Spezzino e hinterland sono classificati da ieri allerta 1.

ORE 13.31 – Prorogata l’allerta sino alle 8 di domani, ma dalle 18 scenderà dal livello 2 a 1. La conferma viene dalla viva voce di Renata Briano, assessore alla Protezione Civile della Regione Liguria.

ORE 13.23 – Rispettate le previsioni della Protezione Civile, la pioggia cade violentemente sul capoluogo ligure. Mareggiata a Vernazzola.

ORE 12.55 – L’allarme maltempo «durerà almeno sino alle 18 di oggi. L’allerta potrebbe essere prorogata a domani, se, come sembra dalle previsioni, le precipitazioni dovessero davvero intensificarsi dalla fine del pomeriggio», ha dichiarato il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli.

Redazione Online