GENOVA, 5 NOVEMBREGenova si è risvegliata stamattina ancora sotto shock, dopo il violentissimo nubifragio che ha colpito la città nella giornata di ieri. Sono sei le persone che hanno perso la vita a causa della pioggia, tutte donne tra cui due bambine. Quello che ieri si è abbattuto su Genova è un vero e proprio disastro, quasi uno tsunami, con fulmini e raffiche di vento che hanno trasformato le vie della città in ingovernabili fiumi e torrenti fatti di fango.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

A distanza di dieci giorni dalla violenta alluvione che ha colpito la Liguria e la Toscana, il nubifragio di ieri segna drammaticamente la città di Genova. Il bilancio è di sette morti, ma sono numerosi i dispersi, soprattutto nella zona del quartiere Marassi.

Il sindaco Marta Vincenzi, contestata dai cittadini, ha dichiarato che “la tragedia che ha colpito Genova non poteva essere prevista, nessuno poteva prevedere questo evento drammatico. Non ho mai assistito a una cosa del genere in vita mia”. Sempre Vincenzi e la Prefettura, insieme alla Protezione Civile, hanno ordinato per le giornate di sabato e domenica la chiusura delle scuole, e inoltre ordina ai cittadini di non rimanere nelle abitazioni ubicate ai piani bassi. Vietato uscire con la macchina e mettersi in viaggio.

La partita del campionato di seria A, Genoa – Inter è stata annullata, anche a causa dello stadio completamente allagato. Una prima stima dei danni è quantificabile in 300 milioni di euro, anche se è ancora presto per valutare i danni provocati dall’alluvione.

La pioggia non darà tregua: l’allerta meteo continua, e con lei la paura.

VIDEO | UNO TSUNAMI TRAVOLGE GENOVA

VIDEO | VIA FEREGGIANO E CORSO SARDEGNA IL GIORNO DOPO

VIDEO | STURLA, EVACUAZIONE ASILO

VIDEO | GENOVA: QUI SAN FRUTTUOSO

Sabrina Brandone