[ad#Juice 120 x 60]

GENOVA, 4 NOVEMBRE – La Prefettura di Genova e l’unità di crisi del Matitone hanno ufficializzato il nuovo bilancio delle vittime: sei morti, tutti nella zona del Ferraggiano.

DIRETTA NOTIZIE IN TEMPO REALE E VIDEO

Il numero verde del Comune di Genova per segnalare emergenze e problemi: 80017797

ORE 23.26 – Alluvione Genova: strage sfiorata al Carrefour di via Fereggiano. | ESCLUSIVA

ORE 22.52 – Alluvione Genova: i morti sono sei. A Brignole è stato un macello | VIDEO

ORE 19.27 – Parla il sindaco di Genova Marta Vincenzi: «È stato uno tsunami. Una cosa mai vista a Genova». «È un dramma irrimediabile, ci costa fatica parlare. Mai caduta una pioggia così a Genova – ha aggiunto il primo cittadino -. Un fenomeno di proporzioni monsoniche».

Ore 19.24 – Si conosce l’identità di cinque delle sette vittime dell’alluvione che ha devastato Genova. Al numero civico 2 di via Fereggiano sono stati trovati esanimi negli scantinati una mamma con le sue due figlie, di 1 e 8 anni, una mamma con il figlio 15 enne. Le altre due vittime sono una donna ancora da identificare e dalla parte opposta della via una motociclista trascinata dalla onda di piena.

ORE 19.21 – Alluvione Genova: palazzi evacuati in via Fereggiano. Cinquanta studenti ancora bloccati al Majorana. VIDEO

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]ORE 17.41 – Alluvione Genova, la strage di via Fereggiano | VIDEO

ORE 17.15 – Sale il bilancio delle vittime: i morti sono 7.
«I morti sono sette». Il prefetto di Genova, Francesco Musolino, e i vigili del fuoco hanno confermato che i morti accertati a causa dell’alluvione odierna sono sette. Quattro adulti e tre bambini. Allestita, negli uffici della Prefettura l’unità di crisi.

ORE, 16.30Matteoli in contatto con la Prefettura di Genova – Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha reso noto di essere in contatto con il prefetto di Genova che lo informa «sulla situazione dovuta alle forti precipitazioni che stanno interessando il capoluogo ligure e sulla macchina dei soccorsi che è in azione per aiutare i cittadini in difficoltà». «Il ministro ha chiesto al prefetto di far giungere ai familiari delle vittime il cordoglio suo personale e del governo». Lo ha comunicato l’ufficio stampa del Ministero.

ORE 16.17 – Alluvione Genova: 5 morti e 2 dispersi.

ORE 15.59 – Alluvione Genova: esonda il Bisagno. Un morto e quattro dispersi. Guarda il Video

VIDEO | Alluvione Genova Sestri Ponente

ORE 14.41 Una donna è morta a causa del nubifragio che sta flagellando la città di Genova. Il torrente Ferreggiano, uno dei principali affluenti del Bisagno, nella zona orientale del capoluogo ligure, ha trasformato l’omonima via in un vero e proprie fiume in piena. Decine le automobili spazzate via dalla furia dell’acqua. Secondo fonti locali la donna sarebbe rimasta schiacciata proprio dalle auto.
Allagamenti anche nella zona della stazione ferroviaria di Brignole. La Protezione Civile invita la popolazione a salire nei piani alti delle case.

ORE 12.30 – Precipitazioni intense su tutta Genova e sul Levante della Liguria. Aeroporto Colombo fuori servizio. Scuole chiuse fino a lunedì.

Mentre la pioggia sta concedendo una tregua nella zona colpita dall’alluvione del 25 ottobre, Genova si trova in mezzo al nubifragio. Rimanere in casa, evitare di attraversare o stazionare vicino a fiumi, corsi d’acqua e sottopassi, non usare seminterrati, né l’auto, sono le indicazioni diffuse dall’amministrazione comunale di Genova, che per oggi e sabato, ha disposto anch’essa la chiusura delle scuole.

Misure di sicurezza anche per quanto riguarda la viabilità, con l‘autostrada A12 costantemente monitorate e molte strade della Val di Vara e Cinque Terre chiuse al traffico e aperte solo ai mezzi di soccorso.

“L’evento che stiamo attendendo – ha detto il prefetto della Spezia Giuseppe Forlani – impone di ridurre i movimenti”. E intanto si continua senza sosta a scavare nel fango.

A Vernazza, la perla delle Cinque Terre, tra le località più colpite dal maltempo, nel tunnel sotto la stazione ferroviaria si è riusciti ad aprire un grosso varco nel fango per far defluire l’acqua. Sempre a Vernazza, si cercano gli ultimi tre dispersi e il bilancio complessivo delle vittime resta fermo al momento a 10 morti tra Liguria e Toscana.

Tanta paura quindi, non si riesce a prender pace, il maltempo è già dietro l’angolo. Gente che ha perso tutto, casa, attività e purtroppo anche persone care, e ora dopo neanche dieci giorni il rischio che si ripeta tutto, quando ancora non si è finito di contare i danni della prima inondazione e infatti mentre migliaia di persone provenienti da tutta Italia stanno cercando di riportare, per quanto possibile, la situazione alla normalità, il rischio di questa nuova ondata di piogge torrenziali fa temere il peggio.

[ad#Juice Overlay][ad#Google Adsense]

Notizie positive giugno dal fronte degli aiuti. Fortunatamente gli italiani si stanno dimostrando una popolazione solidale e molte sono le iniziative di raccolta fondi per aiutare i propri concittadini. Importante la decisione del presidente del Genoa Enrico Preziosi, che per umanità o vicinanza, chissà, ha deciso di devolvere interamente alle popolazioni liguri gli incassi della partita di domenica Genoa-Inter. Per l’occasione – precisa la società genoana – non saranno contemplati biglietti omaggio. In questo modo «si intende dare un grande segno di partecipazione e di vicinanza da parte del club ligure e di tutta la comunità rossoblù ai residenti dei paesi flagellati dal maltempo». I tifosi invitati a partecipare. Sperando vivamente che questi aiuti servano solo al primo attacco del 25 ottobre.

Alessandra Scarciglia

Foto estratta dal secoloXIX.it