CORIANO, 25 OTTOBRE (Bnsport) – Ore 06.00: Aeroporto di Fiumicino. La salma di Marco Simoncelli, il 24enne romagnolo morto domenica scorsa durante il Gran premio della Malesia a Sepang a seguito del drammatico incidente che ha coinvolto anche l’americano Colin Edwards e Valentino Rossi, approda sul suolo italiano.  Sul volo, proveniente da Kuala Lampur, viaggiavano anche il padre Paolo, la fidanzata Kate e l’amico fraterno Valentino Rossi. Sul pallet che avvolge il feretro del Sic c’è solo una targhetta anonima, a sua volta coperto da una rete, che riporta la sigla dell’aereo.

[ad#Juice 120 x 60]

Un centinaio di impiegati aeroportuali ha salutato con un lungo e commosso applauso il feretro di Marco, all’uscita dalla stiva del velivolo. Alla toccante scena del trasferimento hanno assistito direttamente dal tunnel sopraelevato di uscita dall’aereo anche centinaia di passeggeri dello stesso Boeing arrivato dalla lontano Malaysia, sostando in preghiera alcuni minuti e guardando cos la scena dall’alto.

Marco adesso è in viaggio verso la sua Coriano, piccolo centro del Riminese, dove lo attendono familiari, amici e migliaia di fan.

[ad#Google Adsense]

Valentino Rossi, intervistato all’uscita dall’aeroporto Leonardo Da Vinci, ha smentito i rumors su un suo possibile ritiro: “Non l’ho mai detto, probabilmente è stata una dichiarazione fatta soltanto per vendere i giornali“. Il campione di Tavullia si congeda ricordano il suo fratello minore: “Marco era un grande e non lo dimenticherò mai“.