ROMA, 21 OTTOBRE – La Libia è libera e festeggia la morte del suo colonnello Gheddafi.

Ad un giorno dalla notizia, da moltissimi attesa per anni, sono tantissime le notizie e le indiscrezioni sulla cattura e successiva morte del Rais. Stando alle analisi fatte sul cadavere di Muammar Gheddafi da parte del medico legale libico, si è giunti a conclusione che il Rais è stato ucciso con due colpi da arma da fuoco, rispettivamente uno alla testa e uno all’addome.

A confermarlo anche gli esponenti del Consiglio nazionale transitorio libico direttamente all’emittente tv Al Arabya, dove hanno anche comunicato che la sepoltura di Gheddafi sarà rimandata di alcuni giorni, perché al momento si sta ancora cercando un posto dove tumularlo.

Sempre un esponente del Consiglio ha poi raccontato che il cadavere del Rais è stato tenuto per qualche giorno nel congelatore per assicurare a tutti circa la notizia della sua morte e ha assicurato che il corpo di Gheddafi sarà sepolto secondo la tradizione musulmana massimo entro 24 ore. Secondo delle indiscrezioni che provengono da parte di un’agenzia di stampa Reuters, il corpo di Gheddafi sarebbe nascosto in una cella frigorifera presso il vecchio mercato di Misurata.

Ma andiamo per grado e torniamo al momento dell’uccisione del Rais.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Il medico legale libico Ibrahim Tika racconta: “Gheddafi è stato arrestato da vivo, ma è stato ucciso più tardi. La morte è sopraggiunta a causa di un proiettile che ha penetrato l’intestino. Un secondo proiettile, entrato e uscito, lo ha invece colpito alla testa“. Sempre il medico legale ha poi esaminato il cadavere di Mutassim Gheddafi, uno dei figli del Rais e ha rivelato che, stando agli accertamenti fatti sul corpo senza vita del ragazzo, questi sarebbe spirato prima del padre.

Ad uccidere Gheddafi, stando alle ultime notizie, non sarebbe stato il giovane ribelle Mohammed Al Bibi, che invece sarebbe l’artefice della morte del figlio. A sostenere ciò un gruppo di cittadini insorti, secondo cui il giovane Mohammed ha sparato e ucciso il ministro della Difesa del regime Abubakr Yunes Jaber e il figlio di Gheddafi. Lo stesso giovane ribelle ai microfoni della Bbc ha raccontato di aver trovato il Rais nascosto all’interno di una buca e di aver agguantato una pistola d’oro, che era nelle mani di Gheddafi, senza però affermare di essere stato lui a sparare il colpo di grazia.

Intanto il Consiglio per i diritti umani della Nazioni Uniti ha fatto presente la richiesta di un’apertura di indagini sulla morte di Gheddafi, proprio mentre l’altro figlio del Rais, Saif Al Islam è stato catturato, mentre tentava di scappare dalla Libia verso il Niger. Secondo le notizie arrivate il figlio del Rais sarebbe stato catturato nei pressi di Zilten, mentre cercava di fuggire dalla Libia.

Sembra essere davvero sopraggiunta la fine sull’impero della famiglia Gheddafi, visto che il figlio era per tutti considerato il papabile successore per una dinastia, che a questo punto è destinata solo a scomparire.

Emanuele Ambrosio