UDINE, 2 OTTOBRE – Ennesima debacle per il Bologna Fc sconfitto 2-0 allo stadio Friuli dall’Udinese. Avvio in salita per i rossoblù: al 12′ mister Bisoli è costretto a sostituire Antonsson (risentimento muscolare), al suo posto entra l’ex romanista Loria.

La partita si accende al 29′: angolo dalla sinistra, sponda di Ferronetti e tap-in vincente di Benatia, lasciato colpevolmente libero in area dall’incerta difesa bolognese. Udinese in vantaggio. Il primo tempo si conclude con il forcing bianconero che costringe il Bologna a chiudersi nella propria metacampo.

Al 49′ punzione magistrale di Antonio Di Natale , miracolo di Agliardi che devia il fendente in angolo.

La prima azione degna di nota dei rossoblu cade al 60′: Diamanti disegna una punzione a giro diretta all’incrocio dei pali, Handanovic si rifugia in corner. Al 66′ Bologna vicino al pareggio: Benatia sfiora il clamoroso autogol deviando in acrobazia una punizione insidiosa di Diamanti.

Ma al 72′ i friulani chiudono la gara. Armero si invola sull’out sinistro, converge in area e viene falciato alle spalle da un intervento scriteriato di Perez: rigore per l’Udinese. Capitan Di Natale dagli undici metri spiazza Agliardi. Il raddoppio dei padroni di casa spezza definitivamente le gambe agli uomini di mister Bisoli.

I bianconeri volano in vetta alla classifica della Serie A, il Bologna FC resta mestamente ultimo in compagnia dei cugini romagnoli del Cesena. Il destino di Bisoli sembra avere ormai le ore contate.

Bnsport