BOLOGNA, 18 SETTEMBRE 2011 – Sono stati almeno 40 mila i partecipanti che hanno colorato la città di una fresca e frizzante allegria: pedoni, biciclette e musica dal vivo, hanno anche illuminato la notte bolognese di uno spettacolo nuovo: il T-Days.

Traffico bloccato per la grande T stradale che vede incrociarsi via Indipendenza con Via Rizzoli e Via Ugo Bassi, un’iniziativa che ha pedonalizzato questa centralissima parte di Bologna per due giorni.

Un nuovo modo di vivere il centro cittadino, tra cultura, musica, sport, facendo anche più attenzione all’ambiente.

Dalle 9 del mattino di ieri alle 22 di oggi, l’evento si è svolto e continua a svolgersi in occasione della settimana europea della mobilità 2011 (16-22 settembre).

Camminare, pedalare, gustarsi le vetrine, le botteghe, i bar, la compagnia, con una nuova e più invitante prospettiva, che mette più in risalto le bellezze di una città spesso offuscata dai rumori e dal grigiore del traffico.

La serata di ieri, cominciata alle 17.30 con l’inaugurazione della “Strada del Jazz”, in via Caprarie 3, dove il sindaco Virginio Merola e l’assessore Matteo Lepore hanno dato il via con il loro saluto, ha visto gruppi jazz suonare dal vivo, intrattenendo con un’atmosfera ricca di festosa serenità ogni passante curioso.

Oggi, la seconda giornata che è finita sotto la pioggia.

Ci si chiede adesso se quest’iniziativa debba rimanere circoscritta a questi due giorni, o se invece potrà riproporsi anche in un prossimo futuro.

Lucia Perrucci