BOLOGNA, 15 MAGGIOVirginio Merola contro Manes Bernardini, centrosinistra contro centrodestra, nel primo storico duello tra un candidato PD e un esponente del Carroccio.

Bologna, capofila dei 189 comuni commissariati che andranno al voto, ospita un’intensa due giorni che porterà all’elezione del nuovo “sovrano” di Palazzo d’Accursio. L’erede del “sindaco breve”, Flavio Delbono, uscirà probabilmente dal duello tra il candidato del centrosinistra Virginio Merola e l’astro nascente del Carroccio emiliano Manes Bernardini. Outsider il candidato del Terzo Polo Stefano Aldrovandi.

Il Pd crede in una vittoria al primo turno, ma i sondaggi compiuti dalla nostra redazione nella città felsinea evidenziano una rapida ascesa nell’indice di gradimento popolare del candidato leghista Bernardini. Si prevede un forte astensionismo, anche se l’ondata di maltempo in arrivo sulle Due Torri potrebbe costringere il “partito degli incerti” a recarsi nelle sezioni di quartiere.

Presentiamo adesso i 9 candidati alle Amministrative del 15 e 16 Maggio

Virginio Merola, 56 anni, è il candidato del centrosinistra.

Inizia la sua avventura politica nella res pubblica nel 1995 con l’elezione a Presidente del Quartiere Savena, incarico che ho svolto per due mandati. Nel giugno 2004, ha assunto l’incarico di Assessore all’Urbanistica, alla Pianificazione Territoriale e alla Casa nella contestata giunta di Sergio Cofferati.
A seguito delle dimissioni di Delbono e al commissariamento della città, si candida alla Primarie del 23 gennaio 2011 per scegliere il nuovo candidato a Sindaco del centrosinistral
Con il 58,5% dei voti alle Primarie, Merola travolge la candidata di Sel Amelia Frascaroli.

Manes Bernardini, 38 anni, è il candidato sindaco della coalizone del centrodestra Lega Nord-Pdl.

Nato a Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, è sposato con l’avvocatessa pugliese Lucia Caccavo.
Nel 1992 viene eletto segretario della Lega Nord di Casalecchio di Reno (Bologna). Nel 1998 si laurea in giurisprudenza e nello stesso anno è candidato Sindaco a Porretta Terme (Bo) dove ottiene un sorprendente 9%, diventando il primo consigliere comunale della Lega in provincia di Bologna. Rimane consigliere comunale di Porretta Terme fino al 2009, quando si dimette per correre alla carica di consigliere comunale di Bologna, dove viene eletto con oltre 700 preferenze personali, portando la bandiera della Lega a palazzo d’Accursio.
Nel 2009 candida al consiglio regionale dell’Emilia Romagna riuscendo nell’impresa di portare il primo consigliere regionale bolognese nella Assemblea legislativa, dove viene eletto con il record di preferenze 5.542.

Stefano Aldrovandi, 62 anni, è il candidato civico sostenuto dal Terzo Polo

Ex ad del Gruppo Hera, l’azienda municipalizzata che si occupa della gestione acqua, rifiuti e gas, è stato anche presidente della Fondazione Del Monte, una delle realtà più importanti della città.
L’azienda familiare è la Busi Impianti, che si occupa di impianti di riscaldamento e raffrescamento su grande scala. I committenti di grandi opere sono spesso gli enti pubblici e per questo Alfredo Cazzola e il Pdl hannopiù volte denunciato il rischio del conflitto di interessi.
Aldrovandi ha già assicurato che seguirà “l’opzione zero“, cioè zero appalti nel territorio che si candida ad amministrare e cessione di tutte le quote azionarie in caso di elezione a sindaco.
Nel corso della sua campagna elettorale ha proposto lo “splitting” agli elettori moderati insoddisfatti dalla scelta di un candidato leghista per il centro destra

[ad#Juice 160 x 600]

Daniele Corticelli, 38 anni, è il candidato sindaco della lista civica Bologna Capitale.

Nasce a Bologna il 24 ottobre del 1973. E’ ingegnere e dirigente d’azienda.
Nel 1998 è Socio Fondatore della lista civica La Tua Bologna e nel 1999 viene eletto Consigliere del Comune di Bologna per la prima volta. L’anno successivo diventa Coordinatore de La Tua Bologna e nel 2004 viene nuovamente eletto Consigliere Comunale.
Dal 2002 al 2007 è Vicepresidente della Fondazione S. Alberto Magno. Nel 2005 fonda e presiede l’Associazione Il Metrò che Vorrei e due anni dopo fonda il movimento civico Bologna Capitale.
Nel 2009 è eletto per la terza volta Consigliere del Comune di Bologna come capolista della Lista Alfredo Cazzola Sindaco.
Il primo febbraio 2011 si candida a Sindaco per le elezioni amministrative del 15-16 maggio 2011.

Massimo Bugani, 33 anni, è il candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.

Grillino della prima ora, fin dal 2005 è uno dei fondatori del Meet Up, il gruppo virtuale di attivisti on line che sostiene le battaglie del comico genovese.
Dal V Day del 2007 in piazza Maggiore e Bugani si specializza nella realizzazione di video-inchieste con il suo amico che si firma “nick il nero”.
Come tutti i “5 Stelle” non è un politico di professione, gestisce un negozio di fotografia insieme al fratello.

Michele Terra, 39 anni, è il candidato sindaco del Partito Comunista dei Lavoratori.

Già in corsa per una poltrona a Palazzo d’Accursio nel 2009, quando prese lo 0,4% dei voti, ha militato in Democrazia Proletaria e Rifondazione Comunista.
Precario della pubblica amministrazione, dal 2006 è tra i fondatori del Partito Comunista dei Lavoratori. «Mi candido perché siamo rimasti gli unici a parlare di scuola e lavoro in un’ottica anticapitalista e rivoluzionaria» spiega l’interessato.

Elisabetta Avanzi, 37 anni, è il candidato sindaco di Forza Nuova

Ex finiana, la Avanzi si allontana presto da Alleanza Nazionale, delusa dall’ingresso del partito nel Pdl. Successivamente passa dalla Destra di Storace a Fiamma Futura, sino ad approdare definitivamente dentro Forza Nuova. Pupilla del vicesegretario nazionale Gianni Correggiari, Avanzi ha accettato di buon grande la candidatura a sindaco di Bologna. Torinese di nascita, bolognese di adozione, svolge la professione di informatica precaria.

Anna Montella, 56 anni, è il candidato sindaco de “La Destra”

Bolognese Doc, di professione medico, Anna Montella ha militato sin da giovane nel vetutsto Fronte della Gioventù per poi approdare dentro Alleanza Nazionale, di cui è stata per anni responsabile regionale sanità. Nel 2000 incontra l’allora ministro della Salute Francesco Storace che la coinvolge nella nascita del nuovo partito.
Montella punta alla poltrona più importante del Comune di Bologna perché «la città ha bisogno di destra, di idee diverse da chi ci ha governato fino ad oggi».

Angelo Maria Carcano, 64 anni, si presenta come candidato civico con la “Lista Nettuno

Avvocato di banche e istituzioni, esercita da quasi 40 anni a professione sotto le Due Torri. Sin dagli anni ‘80 ha avuto una particolare sensibilità per le tematiche ambientali, curando un “libro bianco” sugli scarichi delle imprese di distillazione dell’Emilia Romagna. Attualmente «rotariano», è anche membro dell’Accademia Italiana della Cucina. Sposato dal 1973 con un’insegnante di lettere classiche, ha due figli, Maria Caterina, avvocato, ed Arcangelo, studente di giurisprudenza.

M.Riv.