PERUGIA, 14 APRILE – Dopo la presentazione con Roberto Saviano, accolto da una immensa entusiasta folla di partecipanti, è scattato il Festival Internazionale di Giornalismo, in programma a Perugia dal 13 al 17 aprile.

L’evento, giunto alla sua quinta edizione,  è assolutamente da non perdere. Anche quest’anno un programma fittissimo: 140 eventi, più di 300 giornalisti, ospiti d’eccezione ed esperti da tutti il mondo insieme per 5 giorni di incontri, dibattiti, tavole rotonde, interviste, presentazioni di libri, proiezioni di corti e documentari nonché concorsi e mostre, il tutto gratuitamente.

Moltissimi i temi dell’edizione di quest’anno tra cui un focus sulla “rivoluzione mediatica” di Tunisia ed Egitto.  Tanti i personaggi di spicco che parteciperanno, tra i tanti anche Mark Stephens, legale di Julian Assange, ideatore di Wikileaks, e Oleg Kashin, l’inviato del quotidiano russo “Kommersant” aggredito e ridotto in fin di vita.

Un programma fittissimo di cui è palcoscenico l’intera città di Perugia. Eventi che iniziano al mattino presto, con la colazione e l’appuntamento con “Rassegna Stampa”, un’umoristica lettura comparata dei giornali condotta oggi con dissacrante ironia dalla giornalista satirica Francesca Fornario.

Ieri è stata la giornata dei direttori delle testate giornalistiche, dei siti web e dei tg più importanti d’Italia. Presenti  i direttori Ezio Mauro (Repubblica), Bruno Mafellotto (Espresso), Mario Orfeo (Messaggero), Charlie Beckett (Polis)  nonché  Luigi Contu (ANSA) e Peter Harrocks (Bbc Global News), Mimosa Martini (Tg5) e Marcello Greco (Tg3).

Particolarmente rilevante l’incontro sul tema “Donne, media e potere”, avvenuto alle 16.30 presso  la Sala dei Notari, durante il quale sono intervenute Susanna Camusso, segretario generale CGIL, Concita De Gregorio, direttore de “L’Unità”, Maria Laura Rodotà, del “Corriere della Sera”, il Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e Irene Tinagli dell’Università Carlos III di Madrid.

A chiudere la giornata di ieri alle ore 21.15 presso la Sala dei Notari ci sarà “Off the record” , format targato Current (canale 130 di Sky) di ispirazione radiofonica portato poi in televisione,  dedicato alle testimonianze scomode, alle dichiarazioni di denuncia rilasciate a registratore spento. La puntata proposta dal Festival è un’intervista inedita ad Elio Rossi (pseudonimo) autore del libro “I professionisti del potere” in cui si racconta come si muovono quelli che fanno girare la finanza, controllano l’informazione e decidono le sorti del Paese.

Tra gli interessanti workshop proposti per i prossimi giorni spicca “The Hacker’s corner” durante il quale i migliori hacker italiani spiegaranno come cifrare informazioni navigare anonomi e “proteggersi” on-line.

Il programma completo si può trovare sul sito ufficiale del Festival: www.festivaldelgiornalismo.com

Anna Sara Graziano