[ad#Juice 120 x 600][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

ROMA, 25 NOV. – E’ ripreso, alla Camera dei deputati, l’esame del Ddl Università proposto dal ministro Mariastella Gelmini. Il voto finale sulla riforma dovrebbe slittare nel tardo pomeriggio: restano da votare, su 25 articoli, ancora 15.

A Roma centinaia di studenti sono entrati all’interno del Colosseo, scavalcando i tornelli. Si tratta di una frangia del corteo che si è distaccata dallamanifestazione contro i tagli alla istruzione. I ragazzi si stanno arrampicando sugli anelli del Colosseo.

Nel frattempo Firenze alcuni studenti, riunitisi in un presidio di protesta contro l’intervento in un aula dell’Università del sottosegretario Daniela Santanchè, hanno avuto degli scontri violenti con le forze dell’ordine. C’è stato un lancio di uova e una carica di alleggerimento da parte della polizia, ed un ragazzo è rimasto ferito alla testa.

A Milano si sono verificate violente cariche all’entrata della metropolitana di Loreto, tra viale Gran Sasso e viale Abruzzi. Il corteo degli studenti contro la riforma Gelmini si è scagliato contro le forze dell’ordine. Due i fermati dalla polizia e caricati in macchina.

NO COMMENT DELLA GELMINI | «Vediamo come va a finire martedì». È cauta il ministro dell’Istruzione sull’esito del dibattito relativo alla riforma dell’università. Mariastella Gelmini, fermata in Transatlantico dai cronisti per chiederle un commento sull’iter della riforma dell’Università, ha affermato di «non voler rilasciare dichiarazioni» in merito.«Vediamo – ha aggiunto mentre si allontanava – come va a finire martedì».