MILANO, 21 SETT. – Addio ad una delle regine incontrastate della TV. Si è spenta questa mattina all’ospedale San Raffaele di Milano Sandra Mondaini. A soli 5 mesi di distanza dalla morte dell’amatissimo marito Raimondo, anche Sandra intraprende il suo viaggio verso l’aldilà.

La morte di Raimondo, con il quale si erano incontrati nel lontanto 1958, aveva lasciato in Sandra un vuoto incolmabile, dalla quale non riusciva più a riprendersi. E’ stato impossibile cancellare con un colpo di spugna, una vita insieme, tra successi e divertimento, conditi sempre da una sana e tagliente ironia.

Un amore di quelli rari e un esempio di famgilia per tutti.  Insieme sono stati due dei più grandi comici italiani, portando nelle case, con semplicità e purezza, tanta allegria.

L’attrice era malata da tempo: ricoveri e controlli si erano intensificati negli ultimi mesi dopo la scomparsa del marito il 15 aprile. Nei giorni immediatamente successivi alla morte di Vianello, infatti, preoccupazione per lo stato di salute di Sandra venivano espresse dagli amici, mentre alla fine di giugno si era reso necessario un ricovero in terapia subintensiva presso la Casa di Cura San Rossore di Pisa dove la Mondaini era giunta in “condizioni respiratorie molto difficili” secondo quanto aveva allora riportato il professore Giovanni Battista Cassano. Ed è stato proprio il critico e conclamato quadro respiratorio a causare il decesso avvenuto oggi poco prima delle 13, a distanza di cinque mesi dalla morte del marito.

Infooggi.it e Bolognatg24.it