Alberto Malesani durante una gara del campionato di Serie A

BOLOGNA, 2 SETT“Ho una voglia incredibile di iniziare questa avventura. La società mi ha chiesto di salvarci senza grossi problemi. Con questa rosa possiamo anche lavorare per creare un gioco spettacolare.” Queste le prime parole ufficiali da allenatore del Bologna di Alberto Malesani. Il tecnico veronese, presentato ieri a Casteldebole, ha studiato la squadra contro l’Inter. Le premesse non potevano essere migliori.

“Ho avuto un’ottima impressione della prima partita, faccio i complimenti a chi mi ha preceduto, al ragazzo che mi ha preceduto, Magnani, e anche a Colomba che ha lavorato prima di lui. La squadra ha affrontato l’Inter nella maniera giusta, c’è stata grande motivazione di fare risultato.”

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice Overlay] “VOGLIAMO FAR DIVERTIRE” Ora la pausa delle nazionali che gli consentirà di lavorare col gruppo e conoscerne i nuovi innesti. Gli ultimissimi Perez (“L’ho visto al Mondiale,era attivissimo”) e Rodovanovic oltre alla stellina uruguaiana Ramirez. Una squadra con talento offensivo proprio come piace al tecnico che ha vinto una coppa Italia col Parma negli anni 90. “Sono un allenatore che conosce tre fasi di gioco: difesa, attacco e fase intermedia fra queste due. Bisogna svilupparle tutte e tre con l’equilibrio che nel calcio è tutto.” Ma la verità è che Malesani è sotto le due torri per la sua fama di allenatore offensivo che punta sui giovani, elemento di cui i rossoblu sono imbottiti. “La dirigenza si è mossa bene anche col tecnico. Se non c’è affinità di idee è sempre meglio prendere strade diverse. Importante è che tutti seguano il pensiero generale della società”

MANCA LA PUNTA L’unica incertezza del mercato di Porcedda e Longo però viene proprio nel reparto offensivo. Manca il cetravanti di peso da affiancare a capitan Divaio. Sfumato Pozzi negli ultimi istanti di mercato, Longo svela anche una trattativa sommersa, fallita a pochi metri dal traguardo. “Fino alla fine ho aspettato Martin Fenin (23) dell’Eintracht Francoforte, avevamo tutto pronto per fare il fax, costava tre milioni per la metà, il giocatore veniva ma hanno perso ancora in casa..”

Se ne riparlerà a Gennaio. Il rinforzo in attacco a prescindere dalla classifica dei rossoblu arriverà.

Marco Spano – Redazione Sport

[ad#Cpx Banner][ad#Cpx Popunder]