SILVER SPRING (Usa), 1 SETT. – Si è conclusa senza conseguenze per i tre ostaggi il sequestro lampo che si è consumata presso la sede americana di Discovery Channel, vicino a Washington. Gli agenti hanno colpito James Lee, l’ambientalista invasato di origine asiatica che, armato con pistole e forse con esplosivo, aveva fatto irruzione negli studi redazione del gruppo tv. “L’uomo è stato catturato e non abbiamo dettagli sulle sue condizioni”, ha reso noto un portavoce della polizia americana.

DIRETTA TEMPO REALE

Ore 23.26 – James Lee colpito dai tiratori scelti della polizia americana

Ore 23.24 – Liberi i tre ostaggi di James Lee. Secondo la Cnn sono già fuori dall’edificio.

Ore 21.30 – LE TRATTATIVE CON LA POLIZIA Le squadre speciali di polizia dello Swat sono già sul posto. Un funzionario della polizia ha fatto sapere che le autorità sono già in contatto con l’uomo e che è stata avviata una trattativa: «Speriamo in una rapida soluzione e senza spargimenti di sangue». Thomas Manger, il capo della polizia di Montgomery, ha confermato che l’aggressore ha in ostaggio «un gruppo di persone», senza però specificare se ci siano dei feriti. Manger ha aggiunto che la maggior parte delle 1900 persone che lavorano nell’edificio sono riuscite ad evacuare e ora sono in salvo.

Ore 20.oo – Un uomo di origini asiatiche, James Lee, armato di pistole e forse carico di esplosivo ha preso in ostaggio diverse persone nel palazzo che ospita la tv satellitare Discovery Channel a Silver Spring, nel Maryland. Una dipendente del gruppo tv ha riferito alla Abc che l’edificio è stato prontamente evacuato, nelle strade circostanti l’accesso è vietato alle auto. All’interno sono stati uditi degli spari e l’uomo, stando a quanto hanno riferito i media locali, potrebbe innescare l’ordigno esplosivo. Secondo la Cnn sarebbero stati invece diversi i colpi di arma da fuoco uditi da alcuni testimoni, ma al momento non c’è notizia di persone ferite o morte.

Redazione

[ad#Juice Banner][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]