BOLOGNA, 14 LUGLIO Sacrati ormai ha fatto più danni che altro. Sono i tifosi che continuano a lottare senza sosta per evitare le funeste sorti che si stanno prospettando in queste ore. Il futuro biancoblù è un incubo. L’assemblea ‘Per amore solo per amore’, che vanta circa 300 soci, si è impegnata a salvare l’Aquila. Ieri sera tutti quanti hanno cercato di capire quali fossero le strade da percorrere per poter riportare un po’ di luce a quella che è la squadra del cuore. Bisogna anche ragionare bene su come investire la somma che, grazie ai numerosissimi bonifici bancari, si sta raggiungendo, proprio con l’intento di dare una mano alla Fortitudo. Nino Pellacani afferma che i soldi raccolti rimarranno congelati fino a sabato in attesa di verdetti definitivi e solo se nelle mani si avranno alternative utili e serie.

Ad ora rimangono due strade: la prima vuole che non avendo pagato i debiti, ma conservando l’ iscrizione, la Fortitudo  possa essere fatta giocare nei campionati inferiori. La seconda, quella auspicata vuole vedere  la liquidazione della società così facendo la Fip, in questo caso, potrebbe assegnare la LegaDue alla città di Bologna.

Il rischio, enorme, è però quello della radiazione e la Fip potrebbe non impietosirsi più visto che manca anche il pagamento della seconda rata di quello che viene denominato “Contributo Fip”. Con questa mancanza non sarà facile che l’organo venga incontro alla società o meglio ai tifosi, per qualsiasi decisione si possa auspicare.

Sabato sarà una giornata rovente.

Alessandra Solmi

[ad#Juice Banner][ad#Cpx Banner][ad#Juice Overlay]