Diego Anemone

PERUGIA, 7 GIU. I magistrati che indagano sugli affari della combriccola che faceva capo a Angelo Balducci e Diego Anemone, hanno scovato il prestanome che custodiva appalti e conti bancari segreti di Balducci. Si chiama Fernando Mannoni, ed è uno dei collaboratori di Stefano Gazzani, il commercialista di Diego Anemone. A Mannoni sarebbero intestati i soldi, il tesoretto che Balducci voleva far sfuggire ai controlli, oltre i 3 milioni di euro già scoperti in un conto in Lussemburgo. Risale a 3 mesi fa, la perquisizione del materiale nello studio del commercialista. Materiale che ha rivelato l’identità del prestanome.

Briatore incastrato da una mail: Sequestrato il suo yatch

GENOVA, 7 GIU. – “Caro Flavio…ma sei matto? Vuoi che un pm si occupi della società e della gestione della barca?” questo è il contenuto della mail inviata dall’avvocato di Briatore per dissuadere l’imprenditore del Billionaire dal denunciare il capitano del mega-yatch Force Blue. Oggi,di queste parole si è avvalso anche il pm Walter Cotugno per dimostrare che il mega-yatch è di esclusiva proprietà di Briatore. Lo yatch resterà sotto sequestro con l’accusa di aver evaso le tasse sullo yacht e sul carburante per un valore di 5milioni di euro, un reato che si configura anche come contrabbando.

Calderoli Taglia il calcio, Abete si difende

ROMA, 7 GIU. – “Il dibattito che si è aperto sui premi degli azzurri mi sembra un dibattito più di politica in senso stretto che non di politica sportiva.Naturalmente noi siamo in linea con la politica che fa il Coni. Il presidente Petrucci ha ricordato di essere attenti ai costi e su questa linea vogliamo andare avanti. Abbiamo dei ricavi e dei costi e anche per il 2006 il saldo si è chiuso in attivo. Gli introiti ottenuti dalla Fifa sono stati superiori ai costi”.”Questa la risposta di Abete a Calderoli. Il Presidente Figc ha inoltre precisato che nel bilancio della Federazione c’è un passo interamente dedicato alle spese e ai ricavi di Mondiali ed Europei. Gli azzurri riceveranno un compenso solo se dovessero terminare il campionato mondiale tra le prime tre classificate.

Silvia Fabbri