Valentino Rossi

MUGELLO, 6 GIU Mugello fatale per il suo interprete principe. A meno di quindici minuti dal termine della seconda sessione di prove libere al Mugello, Valentino Rossi è caduto rovinosamente procurandosi una frattura scomposta ed esposta di tibia e perone della gamba destra.

L’espressione visiva del “Dottore” è tutt’altro che rassicurante. Valentino piange mentre il personale medico del MotoGp presta i primi soccorsi.

La lesione è più grave del previsto e necessita l’intervento chirurgioco. Il pesarese è stato trasferito in elicottero a Firenze, al Cto, dove il professor Roberto Buzzi, direttore dell’area traumatologica, lo ha sottoposto a circa 3 ore di intervento in anestesia locale.

Questo il commento del poeta della MotoGp, il dottor Costa: “Intervento riuscito, per il recupero bisogna aspettare 4-5 mesi”. “Sono tranquillo – ha detto Valentino al medico della clinica mobile, dottor Macchiagodena, prima dell’operazione – aspetto con calma, facciano il meglio possibile”. Al risveglio Rossi ha chiesto il tempo della pole.

PARLA IL TEAM MANAGER — “Ora avrà tempo per pensare al suo futuro“. E’ la frase emblematica pronunciata da Davide Brivio, team manager di Rossi, incontrando la stampa dopo l’ operazione a cui è stato sottoposto Valentino. “Si era dato tempo un mese per decidere se prolungare il contratto con Yamaha – ha ricordato Brivio – a questo punto, essendo costretto a un riposo forzato, potrà decidere serenamente e con calma al suo futuro. Nessuno – ha aggiunto Brivio – vuole accelerare i tempi di recupero, l’ importante è che guarisca perchè lui avrà altri campionati da fare. E spero in moto”. Brivio ha successivamente chiesto ai medici che Rossi venga trasferito dal reparto di terapia subintensiva ad una normale stanza in modo tale da poter ricevere normalmente le visite di parenti, amici, colleghi e tutto il team che lo vuol salutare.

Redazione Sportiva (BoTg24)