Francesca Schiavone

(A cura di Massimiliano Riverso) – Un’impresa titanica. Francesca Schiavone è la nuova regina degli Internazionali di Francia 2010. La “Leonessa” incide il suo nome sull’albo d’oro del blasonato torneo parigino, diventando la prima italiana a trionfare in uno Slam. Prima di lei solo le divinità azzurre del tennis maschile erano riuscite nell’impresa: Nicola Pietrangeli, due volte a segno, e Adriano Panatta nell’ormai lontano 1976.

Tecnica, coraggio e concentrazione tibetana gli ingredienti che hanno consentito alla Schiavone di abbattere la resistenza della mascolina Stosur, grande favorita della vigilia, dopo aver eliminato le specialiste Henin, Jankovic e Williams.

Il primo set scorre senza sussulti: entrambe le giocatrici mantengono agevolmente il servizio sino al fatidicio nono game. La Stosur, dotata di un servizio esplosivo, inizia ad abbassare notevolmente le percentuali delle prime palle, Francesca ne approfitta strappandole il servizio con un rovescio incrociato. Nel game successivo la Schiavone chiude i conti aggiudicandosi di slancio il primo set.

Il secondo set è una guerra di nervi. La Stosur entra in campo convinta nei propri mezzi e vola sul 4 a 1 sfruttando un momento di crisi della Schiavone. Il set sembra compromesso, la Stosur bombarda da fondo campo con dritti violenti mentre Francesca appare svuotata e completamente priva di idee, come il suo tennis fatto di colpi centrali ed errori gratuiti finiti mestamente a rete.

Ma nel settimo game va in scena il capolavoro della “Leonessa”: Francesca interpreta un game praticamente perfetto e strappa il servizio alla Stosur. Raggiunta l’australiana sul 4 a 4, grazie a tre ace consecutivi, il match scivola sul filo dell’equilibrio sino alla resa dei conti finale, il Tie Break.

Inizia lo show della Schiavone: rovescio incrociato su siluro della Stosur, tre deliziose volee in stile Martina Navratilova, due lunghi linea devastanti all’Agassi, infine il trionfo.. La Stosur è al tappeto, la storia è stata riscritta.

Francesca si accascia al suolo e bacia la terra del Philippe Chatrier. Il volto della Schiavone sembra incredulo, ma oggi il sogno di una vita è diventato realtà. Le braccia intrise di sabbia innalzano al cielo il trofeo delle imperatrici della terra rossa, oggi Francesca Schiavone ha scritto una pagina indelebile dello sport italiano.