Terremoto Bologna

BOLOGNA, 30 MAGGIO – Ansia e panico hanno scosso la provincia di Bologna nella giornata odierna. Uno sciame sismico di media intensità sta interessando, a ritmo alternato ma decisamente sostenuto, i distretti sismici di Bologna e dell’Appennino Bolognese.

Alle ore 8:04 la prima scossa di magnitudo 2.7. L’epicentro è stato localizzato dalla Rete sismica nazionale dell’Ingv nel distretto dell’Appennino bolognese.

Alle ore 8:07, sempre nello stesso distretto sismico, si è verificata la seconda scossa tellurica di magnitudo 2.5, che ha visto tra i Comuni coinvolti entro un raggio di 10 km Castel del Rio, Fontanelice e Monterenzio.

L’ultima scossa mattutina di magnitudo 2.1 è stata registrata dai sismografi alle ore 8:51, con epicentro localizzato dalla Rete sismica nazionale dell’Ingv nel distretto sismico di Bologna.

La paura ha raggiunto l’acme verso le 18.10 quando una scossa di magnitudo 3.2 ha fatto tremare ancora la provincia di Bologna. L’evento è stato avvertito distintamente da tutta la popolazione nei comuni di Pianoro, Ozzano dell’Emilia e San Lazzaro di Savena. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, coadiuvati da alcune squadre dei Vigili del Fuoco, non risultano per il momento danni a persone o cose.

Massimiliano Riverso

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Cpx 300 x 250]