MILANO, 20 SETT. – Dopo quella di Cesena un’altra brutta prova in campionato: l’assemblaggio della squadra di Allegri procede a rilento. Questo centrocampo ha ulteriormente dimostrato che non riesce a supportare le tre punte, ma forse con una coppia più muscolare come Boateng-Flamini le cose potrebbero andare meglio, ma il francese è ai box.

Il puzzle è ben lungi dall’essere assemblato e Allegri sembra avere ancora le idee confuse come quando sabato sera contro il Catania ha snaturato Ibra sulla destra per fare posto ad Inzaghi anche se il poco tempo avuto a disposizione, circa due settimane a ranghi completi, è una scusante valida per il neo-mister toscano.

Reparti troppo scollegati e azioni confusionarie dettate più dall’improvvisazione che dalla consapevolezza di schemi provati e in allenamento sono il risultato di tutto ciò. La stabilità della squadra è lo scopo imminente che l’allenatore dovrà raggiungere.

In vista della partita di mercoledì contro la Lazio, che ha l’odore di test decisivo soprattutto per la fase difensiva risultata distratta in queste prime giornate, spazio a Robinho vista l’assenza di Pato e confermatissimo Boateng. Per il resto nessuna novità.

Seguiranno aggiornamenti.

Antonello Cattide