TORINO, 17 GIU.Leonardo Bonucci, difensore della nazionale in comproprietà tra Bari e Genoa, dopo l’eccellente stagione con la squadra pugliese è entrato nel mirino di tante squadre italiane ed europee.

Tuttavia le società che sembrano in pole position per l’acquisto del giocatore sembrano essere Inter e Juventus, con quest’ultima pronta ad assecondare le esigenti richieste di Preziosi dopo aver acquisito la prima metà dal Bari inserendo nella delicata trattativa Almiron e Paolucci.
Ma nelle ultime ore si è inserita prepotentemente la Fiorentina pronta ad accaparrarsi il cartellino del giocatore, nonostante le smentite di rito del suo procuratore.

L’interessamento della squadra di Della Valle potrebbe far lievitare il prezzo del giocatore e far saltare il lavoro di fioretto che Marotta porta avanti da settimane e scatenare un’asta milionaria tra le società interessate per portare alla propria corte il difensore della Nazionale.

Andrea D’Amico, procuratore illustre di molti giocatori italiani, confida alcune chicche di calciomercato ai microfoni di TMW. I rapporti tra Vincenzo Iaquinta e la Juventus si sono deteriorati nell’ultimo anno. L’attaccante della nazionale ha molti estimatori in Premier League, ma il suo futuro verrà deciso solo al termine dei mondiali sudafricani.

Per quanto riguarda l’interessamento della Juventus per Antonini, D’Amico afferma che il futuro del giovanissimo terzino è il Milan. Identica la risposta per il suo compagno di squadra Abate. Sui rumors di una presunta partenza di Gattuso verso il Qatar, il procuratore nega qualsiasi possibilità di vedere Ringhio lontano da Milanello.

Redazione