Calciomercato Inter, sfuma il sogno Mourinho. Lo Special One vuole il ChelseaE pensare che i tifosi nerazzurri si erano anche affezionati all’idea del suo ritorno. Solo qualche giorno fa, in un video messaggio in cui veniva ripreso con tanto di casacca nerazzurra alle spalle, Josè Mourinho si era lasciato andare ad un “mai direi mai” circa un suo possibile ritorno sulla panchina dell’Inter. “Se un giorno dovesse succedere lo farei con piacere”, le parole che hanno fatto sognare il popolo nerazzurro, che non hai mai dimenticato del tutto l’idolo dello storico ‘triplete’ del 2010. Tuttavia, il sogno di rivedere lo Special One a San Siro va rimesso nel comodino dei desideri. Mourinho, infatti, non tornerà all’Inter, almeno non nella prossima stagione.

Dalla Spagna, infatti, rimbalzano notizie interessanti sul futuro dello stratega di Sètubal. A giugno il tecnico dirà definitivamente addio al Real Madrid e pare che la nuova destinazione potrebbe essere il Chelsea. Obbligatorio usare il condizionale, anche perché – si sa – se non compaiono le firme sui contratti nulla è mai deciso nel mondo del pallone. Ma l’indiscrezione che confermerebbe il tutto viene dal fatto che Mourinho, insieme alla sua famiglia, abbia trascorso l’ultimo weekend a Londra, guarda caso la città dei Blues. Lo stesso Mourinho qualche giorno fa aveva dichiarato: “Potrei tornare dove sono già stato…”. Dichiarazioni fuorvianti che hanno fatto pensare immediatamente all’Inter come prossima destinazione dello Special One. Se a questo si aggiunge poi il fatto che nel 2012 il portoghese comprò un appartamento proprio nella capitale inglese il puzzle è completo.

[smartads]Insomma, tra depistaggi e dichiarazioni nemmeno poi tanto velate, il ritorno di Mourinho alla corte di Roman Abramovich comincia a farsi strada. Intanto stasera, in occasione della sfida tra Brasile e Russia, l’allenatore lusitano è stato invitato dalla Federazione sudamericana per assistere al match che si disputerà proprio allo Stamford Bridge. Rumors di mercato motivano la presenza di Mou nella tana del Chelsea per monitorare da vicino la vicenda Neymar, accostato con insistenza al Barca. Sì, ma per conto di chi? Di Perez o di Abramovich?