Calciomercato Inter: il futuro nerazzurro tra Terim e il dopo Zanetti

Il futuro dell’Inter parte da adesso. Massimo Moratti è deciso seriamente a dare una svolta alla sua squadra, e per la prossima stagione tiene in caldo alcune sorprese. Innanzitutto appare sempre più lontana l’ipotesi di una conferma per Andrea Stramaccioni, sulla panchina nerazzurra. I nomi circolati negli ultimi giorni sono quelli di Mazzarri e di Mourinho, ma è di oggi la pazza idea Terim, con il quale il presidente della squadra milanese avrebbe già preso contatti. Per l’attuale tecnico del Galatasary sarebbe un clamoroso ritorno nel capoluogo lombardo, dopo aver allenato alcuni anni fa il Milan.

[smartads]Ma oltre al discorso relativo alla panchina, nei pensieri dei tifosi interisti è finito Javier Zanetti. Il capitano nerazzurro sembra non sentire l’età che avanza ed è sempre in grado di regalare corsa e dinamismo. Tuttavia il momento del triste addio al calcio prima o poi dovrà avvenire e così in casa Inter si lavora per il sostituto. Al momento i possibili candidati sono quattro.

Analizziamo allora nel dettaglio la situazione. In cima alle preferenze della società c’è Sebastian Jung dell’Eintracht, classe 1990, il cui contratto scadrà nel 2014 e ha una clausola rescissoria di 2,5 milioni. Nel caso non fosse percorribile la pista Jung, ecco che si virerebbe su Sime Vrsaljko, classe 1992 della Dinamo Zagabria, con cui ha un contratto fino al 2017. Gli ultimi due nomi sono quelli di Martin Montoya, classe 1991 e del Barcellona e di Gino Peruzzi, classe 1992 del Velez, il cui cartellino ha un costo di 5 milioni ed un contratto fino al 2015.