NAPOLI, 7 FEBBRAIO – City e Real? Per ora possono attendere. Firmato Edinson Cavani. A seguito delle voci di mercato che vorrebbero l’uruguaiano via dall’Italia la prossima estate, ci ha pensato lo stesso attaccante del Napoli, puntuale come quando deve battere a rete, a tranquillizzare i suoi tifosi. “Il mio futuro? Il progetto è continuare a crescere ma adesso penso solo al Napoli e spero di poter realizzare il mio sogno”. Parole e musica per le orecchie della piazza partenopea. Il sogno del Matador, infatti, è identico a quello della sua gente, del tecnico Mazzarri e del presidente De Laurentis: Scudetto! Termine che fino a qualche settimana fa nemmeno aleggiava sopra il clan azzurro, un po’ per scaramanzia, un po’ perché la classifica indicava ben altro. Ma adesso che la Juventus dista solo 3 punti, e con lo scontro diretto in programma il prossimo 1 marzo da giocarsi al San Paolo, Cavani e compagni credono fortemente nella conquista del tricolore ai danni proprio dei bianconeri, con cui da sempre esiste una rivalità accesa.

Ecco perché l’attaccante della Celeste ha voluto un po’ spegnere le voci di mercato sul suo conto, per evitare distrazioni in un ambiente, che dopo anni trascorsi nell’anonimato, sta per giocarsi qualcosa di davvero importante. “Sto vivendo un grande momento con il Napoli – le parole del Matador a Radio Marca, voglio continuare pensando giorno dopo giorno alla mia squadra che sta lottando per diventare campione d’Italia”. Insomma, pare proprio che al Matador importi davvero poco delle aste che Real, City e Arsenal stanno scatenando per lui. Tuttavia, è anche vero che l’attuale capocannoniere della Serie A non possa dire altrimenti: il suo attaccamento ai colori azzurri è fuori discussione, ciò non vuol dire che le avance di alcuni dei club più blasonati al mondo lo lascino indifferente. Anche il padre, alcune settimane fa, aveva rilasciato un intervista in cui benediceva Madrid e il Bernabeu come prossima destinazione del figlio. Inoltre al termine di questa stagione è assai probabile che l’attaccante ritenga chiuso il proprio ciclo sotto il Vesuvio, se poi nei titoli di coda ci sia anche il tricolore tanto meglio.

[smartads]

[smartads]Tra gli innamorati del Matador c’è anche il suo presidente, Aurelio De Laurentis, che in un intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, ha letteralmente incensato il suo bomber, esaltandone non solo le doti tecniche (indiscutibili), ma anche i pregi umani: “Mi piace come giocatore e come uomo – ha sottolineato il cineproduttore –, c’è sempre, risponde sempre presente, è affidabile al 100 per cento”. Tuttavia, nemmeno la clausola rescissoria di 63 milioni di euro lo mette al riparo dal pericolo di perderlo: “Dal punto di vista legale non posso farci niente, ma posso far di tutto per convincere il giocatore a restare: ci vuole l’accordo con lui”. La sensazione è quella che qualcuno possa realmente presentarsi il prossimo giugno con i 63 milioni in tasca. D’altronde anche il procuratore Mino Raiola, uno che di strategie di mercato n’è sa qualcosa, è fortemente convinto che “in estate qualche club sborserà la cifra per prendere Cavani”, intanto però esiste un patto tra il Matador e il suo presidente: portare a Napoli un titolo che manca dai tempi di Diego Armando Maradona.

Calogero Montalbano